Presentazione Nessuno si salva da solo, Margaret Mazzantini

0
934
thumbnail

Tre anni dopo Venuto al mondo, torna una delle scrittrici più amate.

Margaret Mazzantini ci consegna un romanzo che è l’autobiografia sentimentale di una generazione. La storia di cenere e fiamme di una coppia contemporanea con le sue trasgressioni ordinarie, con la sua quotidianità avventurosa. Una coppia come tante.

Delia e Gaetano erano una coppia. Ora non lo sono più, e stasera devono imparare a non esserlo. Si ritrovano a cena, in un ristorante all’aperto, poco tempo dopo aver rotto quella che fu una famiglia. Lui si è trasferito in un residence, lei è rimasta nella casa con i piccoli Cosmo e Nico. La passione dell’inizio e la rabbia della fine sono ancora pericolosamente vicine. Delia e Gaetano sono ancora giovani, più di trenta, meno di quaranta, un’età in cui si può ricominciare. Sognano la pace ma sono tentati dall’altro e dall’altrove. Ma dove hanno sbagliato? Non lo sanno.

Note sull’autore

Margaret Mazzantini è nata a Dublino. Si è diplomata presso l’Accademia d’arte drammatica Silvio D’Amico di Roma nel 1982. Al suo esordio, per la sua interpretazione dell’Ifigenia di Goethe con la regia di Aldo Trionfo, vince il Premio Ubu. Negli anni successivi, è Antigone al teatro Greco di Siracusa, Contessina Julie al Teatro di Genova, Irina in Tre sorelle di Cecov… Il suo esordio in letteratura è del 1994 con Il catino di zinco che è vincitore del Premio Selezione Campiello.
Nel 2001 pubblica Non ti muovere con cui vince tra gli altri, il premio Grinzane Cavour, il premio internazionale Zepter come miglior libro europeo e nel 2002 il premio Strega. Non ti muovere è stato un caso editoriale da quasi due milioni di copie ed è stato tradotto in 35 paesi. Nel 2003, lavora a Zorro un eremita sul marciapiede, un monologo teatrale interpretato da Sergio Castellitto. Nel novembre 2008 esce Venuto al mondo che vince il premio Campiello 2009 ed è in fase di preparazione il progetto di realizzazione del film.

Fonte : librimondadori

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here