Più libri più liberi – XII edizione – Michela Alessandroni

0
794
thumbnail

Come molti di voi sapranno, in questi giorni è in corso a Roma la fiera dell’editoria Più libri più liberi.
Noi dello Staff volevamo in qualche modo essere presenti sul posto, seppur non personalmente.
E abbiamo trovato la collaborazione di un’amica, che oltre ad essere un’appassionata di lettura e scrittura è anche l’anima della flower-ed, casa editrice specializzata in ebook che abbiamo già avuto il piacere di ospitare su Zebuk.
Ecco dunque a voi, il resoconto espresso inviatoci da Michela Alessandroni, questa volta nelle fantasmagoriche vesti di inviata speciale.

Buona Lettura!

 

 

Michela Alessandroni a Più libri più liberi

 

Dal 5 all’8 dicembre 2013 si tiene a Roma Più libri più liberi, la fiera nazionale della piccola e media editoria organizzata dall’AIE.
La sede della manifestazione, come tutti saprete, è quella del Palazzo dei Congressi, zona Eur, facilmente raggiungibile anche da chi si muove con autobus e metro.
Quest’anno vi ho preso parte in una triplice veste: editore, lettore e, per la prima volta, inviato speciale di ZeBuk!
Voglio cominciare con una nota positiva, perché questa volta la procedura per l’accredito on-line mi è parsa più semplice e snella rispetto al passato.
Altro elemento degno di nota è quello dello slogan, ma questa non è una novità: i copy della fiera ci deliziano, infatti, ogni anno con un piccolo capolavoro della creatività.

Quest’anno recita: “Parti da un libro”.

banner

In pratica, chiunque tu sia, qualunque lavoro tu svolga, sia tu operaio, cuoco o musicista, attraverso il libro e la cultura puoi formarti e ripartire verso orizzonti più ampi.
E poiché noi, operai, cuochi e musicisti, tutti assieme componiamo la popolazione italiana, in questo slogan leggerei un invito generale alla rinascita del Paese proprio a partire dalla cultura.
E quando si parla di partenza non si può non pensare ai bambini e ai ragazzi, ai quali la fiera ha riservato una fitta programmazione e per i quali i libri in esposizione di certo non mancano.

Io, però, che non sono più tanto giovane, pur attratta da quelle meravigliose copertine, ho preferito godermi appuntamenti di diverso tipo, indulgendo al mio ruolo di editore digitale.

In particolare, ho assistito oggi a due incontri: “Guadagnare con il digitale”, a cura del Gruppo Meta, in cui sono stati espressi concetti piuttosto elementari, quindi rivolti a chi si affaccia adesso per la prima volta sul mondo dell’e-book, e il ben più interessante, secondo le mie aspettative, naturalmente, “Guida pratica all’editoria 2.0”, a cura di E3.
Entrambi gli incontri si sono svolti nella calda e affollata Sala Corallo.

Sì, perché di visitatori ce n’erano parecchi, se consideriamo il giorno feriale, sia a seguire gli eventi in programma che a girare fra gli stand.

374 espositori, 900 ospiti, 310 appuntamenti: insomma, ce n’è per tutti i gusti.

Chiudo però con un po’ di dispiacere, constatando quanto ancora angusto sia lo spazio riservato all’editoria digitale.

SHARE
40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here