Home Promozioni Le detrazioni fiscali sull’acquisto dei libri

Le detrazioni fiscali sull’acquisto dei libri

0
thumbnail

Due righe sulla nuova norma inserita nel decreto Destinazione Italia.

Pare che il governo abbia intenzione di spronare gli italiani a leggere, utilizzando metodi veloci e superficiali (ma da qualche parte toccherà pure iniziare).

Esiste infatti una norma che prevede sgravi fiscali pari al 19% sulle spese sostenute per l’acquisto di libri. Ladetrazione è valida fino a un tetto di duemila euro a persona per anno solare e durerà per tre anni, fino al 2016, permettendo a chiunque di detrarre fino a mille euro per i libri in generale e altri mille per i testi scolastici.

Il problema però è cosa si intende per libro. Il comma 3 del testo infatti non ammette gli ebook nelle detrazioni con un netto «sono esclusi gli acquisti di libri in formato digitale».

Nel caso, ipotetico, di un allargamento della descrizione di libro -no, vi prego, non voglio approfondire il

discorso su questa distinzione, che mi si intossica il cervello- quale documento dovrebbe fare fede per l’acquisto di libri ed e-book?

Sembrerebbe che il documento che attesti l’acquisto debba contenere il codice EAN del libro e tutti i dati fiscali dell’acquirente (nome, cognome e codice fiscale), pare quindi logico che ai fini della detrazione sia necessaria una fattura a meno che i rivenditori non si attrezzino per l’emissione di scontrini “parlanti” come quelli che possiamo trovare in farmacia.

Siamo decisamente ancora in alto mare, usiamo la nostra pazienza e aspettiamo fiduciosi: ribadisco e sottolineo l’utilizzo del condizionale, perchè il decreto non è ancora legge e non essendo ancora passata in modalità attuativa, la norma è passibile di cambiamenti (che in effetti vengono effettuati un giorno si e l’altro pure).

Per ora consierviamo gli scontrini, speriamo possano essere utili quando sarà ora di stilare la dichiarazione dei redditi.

Buone letture a tutti!!

Sono quella che legge due libri contemporaneamente, quella che ha l'e-reader, io piango quando la scrittura è bella, divento il protagonista del libro. Curiosa, tento di infilarmi in tutti i generi, scegliendo tra i grandi classici e osando nuovi autori. L'unica certezza che ho: non mi basterà questa vita per finire la mia lista dei desideri. "Io penso, disse Anna sfilandosi un guanto, che se ci sono tanti ingegni quante teste, ci sono tanti generi d'amore quanti cuori" (Anna Karenina)

NO COMMENTS

Leave a Reply