Ricette letterarie: Île flottante, Odette Toulemonde, Eric-Emmanuel Schmitt

0
8340
thumbnail

Quella sera Odette preparava un’ile flottante, il dessert preferito della feroce Sue Helen, figlia postadolescente […] Quando suonò il campanello, stava montando a neve le chiare d’uovo e canticchiava. Contrariata per quell’interruzione nel bel mezzo di un procedimento tanto delicato, Odette si asciugò rapidamente le mani, non si curò di indossare qualcosa sopra la sottoveste di nylon che aveva addosso e, sicura che si trattasse di una vicina di pianerottolo, andò ad aprire.

Vi ricordate di Odette Toulemonde? Sì, la piumaia che incontrò il suo autore preferito, gli scrisse una lettera e… 

Ecco, innamorate della sua leggerezza e delle sue lezioni di felicità, abbiamo chiesto a Gabri di prepararci la famosa Île flottante di cui si parla qui sopra e… a voi scoprire la leggerezza e la semplice bontà di questa ricetta!
Grazie ancora una volta alla nostra cuoca letteraria preferita! 😉
[lo staff]

Île flottanteileflottant

La preparazione di questo dessert di origine francese sembra più complessa di quanto sia in realtà e la sua delicatezza e la presentazione d’effetto vi ricompenseranno del tempo speso!
È un dolce romantico, quasi poetico, leggero quanto basta da essere gradito anche a chi non ama i dolci stucchevoli e decisamente scenografico, perfetto per sorprendere le persone che amiamo o che vorremmo conquistare…

Ingredienti per 4/5 cocottine:
Per la meringa:

  • 3 albumi
  • 50 gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 Litro di latte

Per la crema inglese:

  • 5 tuorli
  • 200 ml di panna fresca
  • 200 ml di latte
  • 40 gr di zucchero
  • 1 bacca di vaniglia
  • Granella di nocciole
  • 150 gr di zucchero per il caramello

Preparazione:

Per la meringa:

  1. Iniziate a montare i bianchi e, quando sono semimontati, aggiungete pian piano lo zucchero ed il limone. Fate diventare la meringa bella soda e lucida.
  2. Scaldate sul fuoco il latte e, quando sfiora l’ebollizione, cuocete le meringhe: prendete una cucchiaiata di meringa e fatela scivolare delicatamente nel latte, cuocetela per 30-40 secondi, poi rigiratela e lasciatela lo stesso tempo sull’altro lato. Scolate e appoggiate su carta assorbente. Quando tutte le meringhe saranno cotte (la quantità di meringhe dipenderà dalla grandezza del vostro cucchiaio) ponetele coperte di carta assorbente in frigorifero.

Per la crema inglese:

  1. Mettete il latte con la panna e la bacca di vaniglia (che avrete inciso, per far uscire tutti i semini) in un pentolino e fate scaldare (se poi spegnete e lasciate per una trentina di minuti in infusione, è meglio, così darete il tempo alla vaniglia di sprigionare tutto il suo profumo).
  2. In una ciotola, lavorate i tuorli con lo zucchero finché risultano gonfi e spumosi.
    Eliminate dal latte la bacca di vaniglia (… ma non buttatela, mi raccomando!*) ed unitelo alla crema di tuorli.
  3. Mettete il composto sul fuoco, mescolando continuamente con un cucchiaio: se avete un termometro da cucina, la crema non dovrà superare gli 85°. Se non l’avete, quando vedete che la crema si è addensata leggermente, tanto da “velare un cucchiaio”, vuol dire che è pronta (tenete conto che la crema inglese è più liquida di una crema pasticciera, non contenendo farina). Toglietela dal fuoco e versatela subito in un contenitore molto freddo (magari tenuto in freezer), copritela con una pellicola e mettetela in frigorifero.

Per il caramello:

  1. Fate caramellare lo zucchero in un pentolino e, quando avrà assunto un bel colore ambrato, fate delle decorazioni, facendo cadere il caramello con una forchetta su un foglio di carta forno.
  2. A questo punto, mettete un po’ di crema in una cocotte o una ciotolina, adagiatevi sopra una o due œufs à la neige, decorate col caramello e con la granella di nocciole. Lasciare raffreddare il tutto per almeno 2-3 ore.

*io non butto mai la bacca di vaniglia che uso per la crema: la sciacquo per bene sotto l’acqua tiepida, la faccio asciugare del tutto e la metto nel barattolo dello zucchero…così ho sempre lo zucchero aromatizzato 😉

Per acquistare:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here