Home Bambini 0-3 anni Vietato leggere? Io e te, Geneviève Coté

Vietato leggere? Io e te, Geneviève Coté

thumbnail

– Vorrei tanto essere come te!
– Vorrei tanto essere come te!

Proprio un librino piccolo piccolo. Appena arrivato, con i suoi colori tenui e delicati, le illustrazioni tenere e dolci da farsi venire la carie, io lo avevo già catalogato tra quelli troppo sdolcinati per me.

Lui invece, il piccolo, lo ha sfogliato non prima di aver già notato qualcosa che non funzionava in copertina:

Mamma, ma perché l’ombra del coniglio sta sotto il maiale?
E perché l’ombra del maiale sta sotto il coniglio?

Io non l’avevo notato. Lui lo ha visto subito.

Una storia semplice semplice, in effetti è un libro indicato per i bambini di 3-4 anni. Coniglietto vorrebbe proprio essere come il suo amico Porcellino e Porcellino vorrebbe lo stesso: osservandosi, i due cercano di assomigliarsi sempre più, mascherandosi con calzamaglie per far crescere le orecchie lunghe e vernice rosa per cambiare colore.

Oddio, sarà qui che i censori hanno individuato il pericolo? Nella tendenza a travestirsi dei due piccoletti?

Ma la storia ha un grande messaggio da trasmettere:

Noi due siamo diversi ma siamo amici.
Vorremmo anche somigliarci, e ci proviamo a trasformarci io in te e tu in me.
Ma alla fine, osservandoci l’uno nell’altro, capiamo che ci vogliamo bene così come siamo, che non occorre cambiare,
che la nostra bellezza sta nell’essere diversi e unici.

iote

Vietato leggere?

La settenne a dire il vero ha snobbato la storia, salvo soffermarsi sulle tecniche delle illustrazioni di Geneviève Côté: nei prossimi giorni torneremo a usare gli acquerelli, che una volta adorava. Il treenne ha avuto molto da dire, la settenne un po’ meno:

Vi è piaciuta questa storia?
– Sììì! Il maiale è buffo, fa ridere! (notare che non ci pensa neanche a chiamarlo Porcellino…) e poi schizzano tutto il fango della pozzanghera! e la rana? è finita anche lei nel fangooo!
– mmm

C’è qualcosa che non hanno spiegato bene? Che non si capisce?
– Si erano scambiati le ombre perché volevano essere uguali! Ma perché non si sposano? Se si vogliono così bene!
– mmm

Ma insomma, settenne, ci sarà qualcosa che ti è piaciuto in questa storia!
– uffa. È un libro da piccoli. Ci sono poche scritte. Però i disegni sono così… vado a prendere gli acquerelli! 🙂

Ci penso un po’ su. Guardo i personaggi che sono stati scelti per raccontare questa storia: un coniglietto bianco e soffice, che dipinge in punta di pennello arabeschi bellissimi e tenui d’azzurro, e un maiale rosa che si esprime con tele alla Jackson Pollock e pennellessa da imbianchino.
Magari la malizia sta qui, in quel maiale che vorrebbe essere un po’ ballerina…

Io e te
Geneviève Côté
Nord-Sud editore (collana Libri illustrati), 2010, pag. 32, € 7,57
ISBN: 978-8882039691

Per acquistare:

[ph. credits: morguefile.com]

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

2 COMMENTS

  1. Ciao! Ho trovato questa tua rubrica per caso googolando uno dei tanti libri proibiti… Ti ringrazio! A volte sono io che mi sento strana perchè non capisco il motivo di una tale scelta. Leggendo i tuoi post mi sono un pò rincuorata…
    Certo, anche io sono perplessa su tali scelte e ancora non mi spiego il motivo di una tale proibizione, specie riguardo ad alcuni testi. Io ci provo e ci riprovo, ma ancora non ho capito il perchè!

    Grazie ancora, a presto. Stefania

    • Anche noi ce ne siamo chieste il senso, Stefania, e purtroppo facendo un po’ di ricerca, una delle risposte che ci stiamo dando è che si tratti solo di mosse politiche. Peggio che mai, dal punto di vista della cultura. Peggio che mai, dato che quando ci sono di mezzo i bambini certi temi dovrebbero essere curati nel modo più delicato possibile, e invece… :/
      Ma alla fine per molti versi questo divieto è diventato un’arma a doppio taglio, perché in molti stanno leggendo proprio l’elenco dei libri vietati, e allora… 🙂

Leave a Reply