Tutto quello che siamo, Federica Bosco

0
951
thumbnail

Alcuni di noi giungono a questo mondo a bordo di carrozze dorate trainate da cavalli bianchi, atterrando delicatamente su una morbida coperta di cashmere, e il loro cammino sarà per sempre disseminato di profumati petali di rosa, altri invece ci arrivano trascinati da una mareggiata, sbattuta dalle onde contro gli scogli, e raggiungono la riva boccheggiando, coi capelli pieni di alghe e sabbia.

Ok, la premessa non è delle migliori, e ammetto che aprire quello che a prima vista, non conoscendo la scrittura di Federica Bosco, poteva sapere di “romanzetto rosa” mi aveva fatto partire col piede sbagliato.

Poi però, in corsa, il libro ha cambiato registro e è diventato qualcosa di più di un romanzetto.

Questo fatto di essere circondata da gente che non sapeva cosa fare della propria vita, ma che era comodamente sistemata dai genitori, era piuttosto fastidioso.

Marina si trova suo malgrado a dover vivere una situazione da Cenerentola: papà che si trasforma in un incubo violento, mamma morta, matrigna cattiva che la detesta, e un fratellino che ha bisogno di lei perché non ha nessun altro.
Lei sognava l’accademia d’arte, l’amore, la vita da ragazza come tutte le altre, e invece decide di rinunciare a tutto per salvare lui, Federico, il suo piccolo fratello indifeso.
Agisce, Marina. Trova un lavoro, due lavori, e si dà da fare per dare a suo fratello quello che altrimenti non potrebbe avere: una famiglia, l’amore che merita. Lei non è una ragazzina viziata, ma una molto sveglia – forse a causa delle prove che ha dovuto superare già da troppo giovane? -, una che prende in mano la situazione e trova una possibile soluzione. A suo discapito, però: rinunciare a vivere la sua vita, a realizzare i suoi sogni.
A essere protagonista, se leggete tra le righe, non è la nostra Cenerentola allora, né il suo piccolo protetto, né la vita quotidiana di una ragazza con poche speranze.

Una bellissima sorpresa oggi per il Calendario dell’avvento! La Tombola di ZeBuk!

La protagonista è la famiglia. Quella che non c’è. Quella che non parla, che non ascolta, che chiude ogni possibilità di dialogo. E questo è quello che va colto: queste le riflessioni che dobbiamo riuscire a trarre da un libro come questo, all’apparenza leggero ma carico di significati importanti.

Tutto quello che siamo è un romanzo per ragazzi dai 12 ai 16 anni: vogliamo regalare occasioni di riflessione soprattutto a loro? 😉

Note sull’autrice

Federica Bosco è un’autrice di successo tra i giovani, che si è dedicata ai ragazzi e alle loro storie. Leggete la sua biografia, contiene indicazioni molto interessanti… 🙂

Tutto quello che siamo
Federica Bosco
Mondadori (collana Chrysalide), 2015, pag. 338, € 15,30
ISBN: 978-8804658023

[credits: morguefile.com]

SHARE
Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here