Tutto ciò che sappiamo dell’amore, Colleen Hoover

0
689
thumbnail

«Lo capisco» rispondo. «È ridicolo anche solo pensare che tra me e te ci sia qualcosa per cui vale la pena rischiare tutto il resto.»
Guarda il biglietto, e dice piano: «Sappiamo tutti e due che c’è qualcosa tra me e te.»
Le sue parole mi fanno trasalire, perché dentro di me, nel profondo, so che Will ha ragione. Quello che stava accadendo tra noi, qualunque cosa fosse, era più di una semplice infatuazione. Non saprei dire quanto fa male un cuore spezzato. Ma se fa male anche solo l’un percento in più del male che provo adesso, io all’amore ci rinuncio. Non ne vale la pena.

Layken arriva in Michigan con la mamma e il fratellino dopo la morte del padre, costretta ad incominciare una nuova vita.
I primi occhi che incontra, appena parcheggia il furgone pieno di scatoloni, sono quelli di Will.
L’intesa è subito immediata.

La loro prima uscita è insolita: Will la porta in un club dove ogni giovedì serà c’è lo Slam, una poesia particolare in cui si usano le parole e la gestualità.
Quella sera Will ne recita una, di poesie, in cui racconta il suo lutto (i suoi genitori sono morti) e la presa in carico, da parte sua, non senza difficoltà, del fratellino piccolo.

Poi però Lake incomincia la scuola e qui scopre che Will è un suo giovane professore, e che l’amore che sta sbocciando tra di loro è del tutto impossibile. Oppure no?

Coleen Hoover è un autrice affermata di Young Adult.
Con questo suo romanzo d’esordio ci immerge da capo a piedi nell’Amore vero, sincero, doloroso.
Ci immerge nei sentimenti (famiglia, amicizia) in un modo così speciale, che non puoi sentire i personaggi vicini.

Una chicca che rende questo libro unico è lo stile fresco e le poesie inserite all’interno del libro che ne fanno, nel complesso, una lettura da cui è difficile allontanarsi.

Tutto ciò che sappiamo dell’amore
Colleen Hoover
Rizzoli, 2013, 337 pag., € 16.00

SHARE
Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here