Home Staff Al giardino ancora non l’ho detto, Pia Pera

Al giardino ancora non l’ho detto, Pia Pera

0
thumbnail

Poi, dopo un momento di rammarico all’idea di non potere più andare a spasso in giardino, salire sul Monte Pisano a vedere le orchidee selvatiche, lascio perdere, mi concentro su quello che sono adesso. E anche così, col sole, il tepore, un po’ di gioia c’è sempre.

Ci si può preparare alla morte, all’idea di non continuare ciò che si è iniziato?
E come continuerà la vita che conoscevamo senza di noi?
Il giardino, ad esempio, che senza le cure del giardiniere non può sussistere senza mutare forma, si accorgerà che la mano amica manca?

Pia Pera, malata di Sla, scrive il suo ultimo romanzo, Al giardino ancora non l’ho detto, per raccontare gli ultimi tempi della sua malattia.
Un diario intimo dove si rincorrono i ricordi e i pensieri.
Il giardino da lei curato e amato diventa la partenza per interrogarsi sulla vita e sulla morte, sulla dignità del malato.
Pia racconta di medici bravi e ciarlatani, di amici prodighi di consigli e soprattutto di come la sua vita muti drasticamente con la malattia e di conseguenza di come cambi anche la sua visione della vita.

Pia Pera si racconta senza filtri facendo entrare il lettore in casa sua dalla porta principale e restituisce il ritratto di una donna intelligente che amava la vita, un’amica che tutti avremmo voluto avere e che, con rammarico, si è accomiatata dalla vita troppo presto.
Buona lettura.
Al giardino ancora non l’ho detto
Pia Pera
Ponte delle Grazie, 2016, p. 215, €. 12,75

 

Photo : illibraio.it

NO COMMENTS

Leave a Reply