Intervista a Enrica Michelon, Mamma che agenda!

0
585
thumbnail
Buongiorno a tutti oggi ho avuto il piacere di fare qualche domanda a Enrica Michelon la creatrice della fantastica agenda che uso tantissimo, Mamma che agenda.
1) Ciao Enrica, chi è Enrica Michelon, presentati ai lettori di ZeBuk. 
Insieme a mio marito e a mio figlio vivo e lavoro ad Alessandria dopo un decennio trascorso a Torino. Mamma e casalinga “per forza” dopo anni di lavoro in ufficio, ho seguito una scuola di grafica e mi sono reinventata un lavoro. In breve sono diventata prima blogger, poi redattrice e quindi responsabile del portale A come Alice, fino ad essere titolare di una rubrica radiofonica su Radio Vertigo One. Oggi sono anche webdesigner, grafica e responsabile social media per alcune aziende. Nella vita privata amo stare con la mia famiglia e il mio cane nella mia casa immersa nel verde della campagna, magari con un bel film e un buon bicchiere di vino. Mi interesso di fotografia, modernariato, cucina e restauro. Nella primavera del 2016 nasce il mio primo progetto editoriale dal titolo “Mamma, che Agenda!” , un’agenda settimanale perpetua da settembre ad agosto, nata e pensata per le mamme che oltre ad essere un’agenda piena di curiosità e consigli, contiene schede utili a gestire la vita familiare.

2) Come già ho avuto modo di dirti, l’agenda mi piace molto, cosa ti ha spinto a realizzare un’agenda come questa che molte mamme sognano da tempo, soprattutto creata da una mamma italiana. 
Il motivo principale è stato quello di sentire il bisogno di creare qualcosa che attualmente in Italia non esiste e del quale personalmente sentivo la mancanza. Un’agenda in un formato accessibile e facile da portare in giro, pensata per le mamme, che possa aiutarle a ricordare i mille impegni quotidiani e che essendo colorata possa anche dare un tocco di allegria alla quotidianità.

3) E’ stato difficile trovare una casa editrice che pubblicasse la tua agenda? 
Dopo aver pianificato il mio progetto editoriale l’ho proposto in maniera mirata, preferendo case editrici che sapevo già avrebbero potuto prendere in considerazione l’idea perchè avevano già al loro attivo delle pubblicazioni legate al mondo della famiglia e dei bambini. Nel mio caso, ho avuto la fortuna di trovare un editore interessato poco dopo dopo aver inviato la mia proposta.

4) Quali sono i tuoi progetti futuri? Hai in mente di crearne un’altra? 
La prima edizione è andata molto bene, tanto che proprio in questi giorni è in atto la terza ristampa dell’agenda. A tal proposito, posso svelarti in anteprima una grossa novità: a breve arriverà un’edizione speciale dell’agenda in versione gennaio-dicembre, migliorata nella grafica e nei contenuti. Non posso dirti di più perchè a breve sveleremo tutti i dettagli sulla pagina Facebook di “Mamma, che Agenda!”.

5) Quale libro ti è rimasto nel cuore e perché? Questa è una domanda obbligatoria a chi passa da ZeBuk.
Senza dubbio “L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafòn.Credo che ognuno, almeno una volta nella vita, dovrebbe immergersi nelle atmosfere dei suoi libri e perdersi nei meandri della vecchia Barcellona e del cimitero dei libri dimenticati.

6) Ed invece quale libro c’è ora sul tuo comodino? 

Sul mio comodino c’è “Non guardare nell’abisso”, il nuovo thriller di Massimo Polidoro. Sono una sua fan e dopo aver letto “Il passato è una bestia feroce” non potevo perdermi la nuova avventura di Bruno Jordan, considerato che si svolge per gran parte del tempo a Torino, città in cui ho vissuto e che porterò sempre nel mio cuore.

Grazie mille Enrica della tua disponibilità e a presto.
SHARE

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here