Intervista ad Enzo Messina

0
1274
thumbnail

Oggi, con immenso piacere, ho intervistato per voi Enzo Messina, musicista ed autore del libro “Diario Alcolico” letto e recensito da me qualche giorno fa.

1) Chi è Enzo Messina? Raccontati ai lettori di ZeBuk.
Ciao a tutti, e grazie per il vostro interesse. Sono un musicista, è il mio mestiere da quando sono ragazzo. Ho iniziato con la chitarra e il basso da bambino e poi sono passato al pianoforte. Ho avuto il privilegio di collaborare con vari artisti e campare suonando, una grande fortuna. Amo il cinema e le storie, le vicende umane hanno sempre stimolato la mia fantasia. Credo che niente possa affascinare quanto un racconto, in ogni sua forma. 

2) Cosa spinge un grande musicista come te, a scrivere un libro autobiografico?
Beh! “Grande musicista” è decisamente esagerato, comunque grazie. Questo libro è nato spontaneamente. Ultimamente va molto di moda parlare di urgenza creativa e non vorrei cascare nel cliché, ma in questa circostanza non posso fare diversamente. Sono stato male per anni e quando sono uscito dai casini avevo mille storie da raccontare, così ho iniziato a scriverle. Mettere nero su bianco la mia esperienza con l’alcolismo è stato terapeutico e necessario. 

3) Ho letto molto incuriosita il tuo libro, scoprendo che c’è davvero un mondo dietro all’alcolismo, ma che volendo come ci hai dimostrato si può uscirne. Consiglieresti il tuo libro ad un alcolista e che altro suggerimento gli daresti?
Gli alcolisti sembrano tutti uguali ma in realtà non lo sono. Questo libro potrebbe far bene a una persona e male a un’altra. Non ci sono regole con le dipendenze, credo però che leggerlo possa aiutare chi vive con un alcolista o lo frequenta, può dare una mano. In realtà il libro non vuole essere né un mattone sul problema della bottiglia né un manuale per smettere, è una testimonianza, spesso anche comica, non è un trattato. Un consiglio a chi è dentro? Anche qui la faccenda si complica, posso dire solo di essere stato fortunato e che una volta fuori anche la vita più disperata diventa migliore.

4) Hai in serbo di scrivere ancora? Quali sono i tuoi progetti futuri?
Ho già finito il nuovo libro che uscirà a breve, un piccolo romanzo che si intitolerà “Il cortile”. Intanto “Diario alcolico” si è trasformato in un reading teatrale che lega un mio progetto musicale (MessinaMoretto) ai racconti del libro, io Daniele Moretto e Folco Orselli lo abbiamo portato in giro per locali e devo dire che la risposta del pubblico è stata al di sopra delle nostre aspettative. Per il resto continuo con la mia musica è le mie collaborazioni, nascono sempre nuove idee.

5) Domanda d’obbligo per noi di ZeBuk, quale libro che hai letto ti è rimasto nel cuore?
Un libro che ho nel cuore è “Il giocatore” di Dostoevskij e amo molto la fantascienza, soprattutto Asimov.

6) Quale libro invece c’è sul tuo comodino?                                                                                        
Sul mio comodino ora c’è un libro scritto da un musicista, lui grande per davvero, David Byrne, l’opera si intitola “Come funziona la musica”. Molto interessante.

Grazie Enzo del tuo tempo e al prossimo libro.

SHARE
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here