Home Nuovi Autori Nega, ridi, ama, Rossella Boriosi

Nega, ridi, ama, Rossella Boriosi

0
thumbnail

Rossella racconta la sua storia di donna alla soglia dei cinquant’anni che decide di andare dal ginecologo in seguito a delle mutazione nel suo corpo, quali affanno, gonfiori addominali, instabilità umorale perchè teme in una tardiva gravidanza. Invece scopre che sono le avvisaglie della menopausa.

Rossella ne prende coscienza insieme alle sue amiche, Claudia, la zen, Rita la frenetica e Francesca la femme fatale.

Rossella è una donna come tante, ha tre figli, un marito, un lavoro.

Grazie a se stessa, alle sue amiche, alla loro ironia e alla condivisione anche questo passaggio inevitabile diventa più sopportabile e fa meno paura.

La menopausa che arriva tra i 40 e i 50 anni, quando non te lo aspetti, quando pensi che possa riguardare solo le altre donne, tua nonna, tua madre, tua zia…

Rossella passa attraverso quelle che le definisce le fasi della menopausa: negazione, rabbia, negoziazione, depressione, accettazione e rinascita.

La negazione è la presa di coscienza e lo sconforto che assale. La rabbia, dovuta a tutti gli effetti collaterali, definita da lei seconda adolescenza per tutti gli aspetti negativi. La negoziazione quando si cerca di trovare i lati positivi facendo confronti con le generazioni passate. La depressione, quando si vedono solo gli aspetti negativi e l’umore è pessimo. L’accettazione, ossia tutti i lati positivi che ci sono nella menopausa. Ed infine la rinascita…

Non è un manuale di auto aiuto, ma una testimonianza ironica, in cui l’autrice è riuscita a prendersi anche un po’ in giro. Consigliato se avete più di 45 anni, ma utile anche se siete più giovani.

Buona lettura.

Nega ridi ama – Diario tragicomico di una menopausa
Rossella Boriosi
Giunti Editore, 2016, p. 320, € 18,50

L’autrice:

Rossella Boriosi, classe ’66, milanese di nascita e perugina per scelta, sfoga le sue paturnie nel web e ovunque le venga richiesto – principalmente in magazine dedicati alla genitorialità (GenitoriCrescono, Blogmamma, Sm(all)Families) e nei blog al femminile (La 27esima Ora, Style.it). La sua camera di decompressione si chiama Grimilde, il blog personale dove raccoglie le storie e i punti di vista di gente dell’età di mezzo. Che non è la mezza età..

Puoi acquistarlo qui:

NO COMMENTS

Leave a Reply