I colori dopo il bianco, Nicola Lecca

0
265
thumbnail

“Allora chiede al vento di scompigliare i capelli, lo fa per accarezzarla, ma soprattutto per farle capire che finalmente, lei è stata accolta, e che, da oggi, non sarà più sola.”

Silke è stanca di vivere nella fredda Innsbruck, dove tutto sembra perfetto, ha voglia di cambiare, di sole, di mare.

E’ figlia di un banchiere, una famiglia benestante ed apparentemente non le manca nulla.

Un giorno per un suo errore infanga il nome della famiglia ed è costretta a lasciare le sue certezze, la villa di famiglia, l’oppressione dei genitori, la noia dei troppi agi per trasferirsi in un piccolo appartamento vicino al porto a Marsiglia, dove la vita è completamente diversa e dove partendo dalla povertà dovrà ritrovarsi.

Conoscerà Murielle, una vicina di casa chiacchierona che con le sue torte l’aiuterà a vivere la città e qui finalmente Silk si sentirà accolta.

Tra le stradine incontrerà una vecchia gattara e poi Didier un ladruncolo.

I colori la fanno da padrone in questo romanzo, colori freddi per Innsbruck e colori caldi per Marsiglia, il passato ed il presente di Silke.

E’ un romanzo sulla ricerca di se stessi, sull’accettazione del proprio passato, della ricerca del presente con i pericoli per l’ignoto per ricostruire un futuro migliore.

Buona lettura.

I colori dopo il bianco
Nicola Lecca
Mondadori, 2017, p. 189, € 15,30

Puoi acquistarlo qui:

SHARE

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here