Home Rubriche Un assaggio di … Il giorno che aspettiamo, Jill Santopolo

Un assaggio di … Il giorno che aspettiamo, Jill Santopolo

0
thumbnail

Io e te ci conosciamo da quasi metà della nostra vita.
Ti ho visto sorridere, sicuro al colmo della gioia.
Ti ho visto afflitto, ferito, smarrito.
Ma non ti ho mai visto così.
Mi hai insegnato a cercare la bellezza. Nell’oscurità, nella distruzione,
tu hai sempre trovato la luce.
Non so quale bellezza potrò trovare qui, quale luce. Ma ci proverò.
Lo faccio per te. Perché so che tu, per me, lo faresti.
Cera tanta bellezza nella nostra vita insieme.
Forse è da lì che dovrei cominciare.

Ci sono oggetti che sembrano essere stati testimoni della Storia.
Il tavolo di legno cui ci sedevamo durante il nostro ultimo anno alla
Columbia, per esempio. Era nell’aula del semminario su Shakespeare del
professore Kramer e immaginavo fosse antico come l’università stessa.
….
E’ buffo, ma se mi chiedessi chi altro c’era con noi quel giorno non
saprei dirtelo. Un tempo ricordavo alla perfezione ogni faccia,
ma dopo tredici anni vedo solo te e il professor Kramer..

Il libro

Una luminosa mattina di fine estate, un ragazzo e una ragazza s’incontrano all’università, a New York, e s’innamorano. Sembra l’inizio di una storia come tante, ma quel giorno è l’11 settembre 2001 e, mentre la città viene avvolta da un sudario di polvere e detriti, Gabe e Lucy si baciano e si scambiano una promessa. E due vite si fondono in un unico destino. Tredici anni dopo, Lucy è a un bivio. E sente la necessità di ripercorrere con Gabe le tappe fondamentali della loro relazione, segnata da scelte che li hanno condotti lungo strade diverse, lungo vite diverse. Scelte che tuttavia non hanno mai reciso il legame profondo che li ha uniti per tutti quegli anni. Così Lucy gli parla dei loro primi mesi insieme. Del loro amore intenso, passionale, unico. In una parola: puro. E poi di come Gabe avesse infranto quella purezza, decidendo di partire, di andarsene da New York per accettare l’incarico di fotografo di guerra in Iraq. Perché lui sentiva di doverlo fare, perché ciò che accadeva nel mondo era più importante di loro. Una scelta che aveva aperto nel cuore di Lucy una ferita che lei pensava non sarebbe guarita mai. E che, invece, era stata curata da Darren, l’uomo che lei avrebbe scelto di sposare. Eppure quella ferita si riapriva ogni volta che Lucy riceveva una mail o una telefonata da Gabe, e ogni singola volta che lo aveva rivisto nel corso degli anni. Poi era arrivata quella volta, era arrivato quel giorno… Lucy custodisce un ultimo segreto, ed è giunto il momento di rivelarlo a Gabe. Sono state tutte le loro scelte a condurli fin lì. Adesso un’altra, ultima scelta deciderà il loro futuro.

Mamma, lavoratrice full time, separata, 39 anni, una figlia di 9 e la passione per la lettura ...

NO COMMENTS

Leave a Reply