Home Staff Il silenzio dei chiostri, Alicia Gimenez Bartlett

Il silenzio dei chiostri, Alicia Gimenez Bartlett

0
thumbnail

Ciascuno ha il diritto di vivere a modo suo, almeno un pochino. Altrimenti saremmo tutti perfetti, e la perfezione è sinonimo di mostruosità.

Il silenzio dei chiostri è uno dei numerosi romanzi dell’autrice con protagonista il commissario Delicado, poliziotta dura e pura al punto da risultare antipatica a volte, piena di difetti ma con tanta umanità.

Un frate viene trovato ucciso in un convento di suore, inoltre la mummia della quale si stava occupando è sparita. Petra viene convocata parallelamente alle indagini ufficiali dalla superiora che la conosce di fama. Naturalmente nemmeno l’anticonformista Petra può procedere ufficiosamente e con grande disappunto della superiora percorre la via ufficiale facendosi affidare il caso.

Come in tutti i romanzi della serie di Petra Delicado la narrazione si svolge su più livelli, da un lato l’indagine dall’altro le vicende personali dei protagonisti.

L’indagine in questo caso risulta complicata anche da una certa chiusura e omertà da parte della comunità delle suore che ha una serie di regole e abitudini difficili da capire da parte di un laico.
D’altra parte anche le suore sono umane e si crea un rapporto di stima e complicità tra Petra e la superiora che ci fa riflettere su quanto persone simili possano condurre vite completamente diverse; a me questi due personaggi apparentemente diversi ma tanto simili han fatto tanta simpatia.

Parallelamente all’indagine la vita di Petra e dei suoi compagni d’avventura va avanti e in particolare in questo episodio vediamo la protagonista confrontarsi e scontrarsi con il nuovo marito e i figli acquisiti, pesante fardello per Petra che a volte deve subire  anche i malumori delle loro madri.
Al contempo i duelli verbali con il suo vice Fermín Garzón si fanno sempre più interssanti e fonti di innumerevoli riflessioni.

Il silenzio dei chiostri
Alicia Giménez Bartlett
Sellerio, 2009, p. 527, €. 15,00

Per acquistare:

NO COMMENTS

Leave a Reply