La libreria degli amori impossibili, Elisabetta Lugli

0
241
thumbnail

La libreria si chiamava Stella polare e si trovava in una piccola, deliziosa via affacciata sulla Rive Droite torinese, al piano terra di un palazzo ottocentesco che stava  per entrare a pieno titolo in una deprimente fase di decadenza a giudicare dal pessimo stato della facciata, del colore che i torinesi chiamano “giallo Torino” e che altro non è se non un bel giallo uovo non troppo carico.
La libreria era spaziosa, volutamente di nicchia, pretenziosa al primo sguardo ma nel complesso un vero gioiellino.

Anna vive a Torino e lavora alla libreria “Stella Polare”, lavoro che le permette di stare in mezzo ai libri che ama ma non di prendere iniziative in quanto Adele, la proprietaria, donna stravagante e dai gusti raffinati non le lascia spazio nella gestione delle scelte dei titoli da mettere in vendita.
La vita di Anna tranquilla e senza grandi scossoni viene sconvolta da un evento apparentemente banale, una ex amica è ricoverata in ospedale in seguito ad un incidente stradale, Anna decide di andare a farle visita nonostante le loro vite si siano da tempo divise.
Con grande sorpresa di Anna l’amica le rivela di averle raccontato una bugia che ha cambiato il corso della sua vita, infatti Claudia aveva rivelato ad Anna che Luca il fidanzato dell’epoca la tradiva e ora colpita dal rimorso le confessa di aver mentito perché  interessata a lui.
Tornata sconvolta in libreria incontra casualmente Luca e la fiamma si riaccende.
La protagonista si trova così invischiata in una serie di pensieri e scelte che la porteranno a cambiare la sua vita.

Non mi aspettavo nulla da questo libro invece è stata una piacevole lettura, la trama è ben congegnata e non banale e nonostante la scrittura frizzante fa riflettere su quanto certe nostre scelte a volte siano dettate dagli equivoci e dalla scarsa attenzione alle emozioni altrui, l’ambientazione in una libreria è quel tocco in più che fa sognare noi lettori accaniti.

La libreria degli amori impossibili
Elisabetta Lugli
Newton Compton, 2017, p. 248, €. 9,90

Per acquistare:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here