Il manifesto del libero lettore, Alessandro Piperno

0
94
thumbnail

«I libri sono strumenti di piacere, come la droga, l’alcol, il sesso»

E mi pare che come inizio non sia per niente male 🙂

Per chi come noi ama leggere, questa è una sacrosanta verità: i libri danno piacere, sono coccole che cerchiamo nel momento del bisogno, quando sentiamo di dover essere consolati oppure quando vogliamo conferme e cerchiamo verità. Addirittura, se usati nel modo giusto e nelle dosi giuste, ci curano da una serie di malesseri (vi ricordate di Curarsi con i libri?).

Con Il manifesto del libero lettore Alessandro Piperno parla agli amanti della lettura e più in particolare a quelli della letteratura, selezionando gli autori più amati tra quelli a suo dire migliori: Nabokov, Tolstoi, Flaubert, Stendhal, Austen, Dickens, Proust, Svevo. 8 grandi che possono insegnare tanto a chi si avvicina loro con la curiosità dell’aspirante scrittore o con l’ammirazione di chi ama leggere belle pagine, ricche di descrizioni e di contenuti.

Del resto i libri, come qualsiasi altro piacere, hanno parecchi inconvenienti. Se ne leggi troppi il corpo si avvilisce e intristisce. L’eccesso di vita interiore non è meno pernicioso di una spericolata attività sportiva. […] per capire un libro non occorre leggerlo tutto. Basta assaggiarlo.

 

Ho fatto solo un po’ di fatica a terminare la lettura, probabilmente perché alcuni degli autori che racconta Piperno non li ho mai ancora affrontati. In effetti però ho segnato talmente tanti titoli nella mia lista dei libri ancora da leggere che tornerò a leggere alcuni capitoli dopo aver letto altro. So che non rimarrò delusa e che certi passi, certe caratteristiche, certi personaggi, mi rimarranno nel cuore ancor di più.

E voi? Quali sono i vostri grandi autori preferiti?

Il manifesto del libero lettore
Alessandro Piperno
Mondadori, 2017, p. 156, €18,50

Per acquistare:

SHARE
Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here