La lunga vita di un gatto molto per bene, Mary Sarton

0
126
thumbnail

All’età di due anni suonati era ancora un Gatto Vagabondo, ma un vagabondo pieno di strani sogni; sognava un caminetto acceso e si vedeva seduto di fronte con le zampe ben ripiegate, sognava una mano gentile per niente simile a quella di un ragazzino e un piattino pieno di latte caldo – sogni molto strani davvero. E una bella mattina, svegliandosi da uno di questi sogni, si lavò accuratamente il muso e decise che era tempo di trovare una fissa dimora.

Un gatto, si sa, è un animale libero che ama i suoi spazi, uscire a caccia e non dover chiedere il permesso.
Anche il gatto protagonista di questo romanzo breve è proprio così: ha provato ad avere delle case ma nessuna è andata mai bene.
Troppa sporcizia in una, troppe restrizioni in un’altra.
Eppure arrivato all’età di due anni anche Tom Jones deciderà di mettere radici.
E lo farà in una deliziosa casetta con uno splendido giardino, ampie finestre e comode poltrone dove riposare.
La casa della scrittrice Mary Sarton per l’appunto dove il nostro gatto passerà la sua esistenza.
Avrà anche ospiti importanti da coccolare come Nabokov che, si racconta, scrisse Lolita proprio con il nostro protagonista sulle gambe.

La lunga vita di un gatto molto per bene è un libro delizioso.
Tutto è raccontato in prima persona dal gatto quindi vediamo le cose con i suoi occhi e questo rende il tutto molto divertente.
Tom Jones è un gatto raffinato, di gran gusto, pulito ed estremamente attento al suo aspetto.
Il gatto che tutti vorrebbero insomma, affettuoso ma che conserva la sua indipendenza.
Io adoro questo libro; la sua unica pecca è che è difficile da reperire ma spesso i mercatini riservano vere sorprese quindi l’unico consiglio che posso darvi è di setacciare ogni bancarella che incontrerete!
Buona lettura.

La lunga vita di un gatto molto per bene
Mary Sarton
La Tartaruga, 2003, p. 114, €. 13,50

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here