Leggo anch’io, DSA! Pensami al contrario, Anna Paris, Daniela Conti

0
830
thumbnail

“Io sono Martina e ho nove anni, sto per iniziare la quinta elementare. Vi racconto come è difficile la vita con i compagni quando sei dislessico. Quelli che non riconoscono la dislessia, e nemmeno sono capaci di capire che c’è, danno tanto fastidio”

“Pensami al contrario” è una raccolta di racconti di bambini, genitori, insegnanti e specialisti che vivono la dislessia ogni giorno e hanno voluto condividere i loro sentimenti, lo smarrimento iniziale e il loro percorso. Perché oltre alla difficoltà di apprendimento, di lettura, di ortografia, di scrittura e di calcolo, i bambini hanno mille altri dubbi e paure e devono vivere la dislessia a modo loro, chi come una sfida e chi invece purtroppo si chiude in se stesso.

Il disturbo è raccontato dal di dentro, da chi lo vive e da chi gli vive accanto.

Si deve essere capaci di imparare utilizzando gli occhiali speciali che fanno vedere da una prospettiva diversa, si deve valorizzare quello che il bambino è non quello che sa fare.

Consigliato soprattutto ai docenti in modo che possano gestire al meglio i bambini, perché dietro ad un fannullone può esserci un bambino DSA. I DSA non sono appunto stupidi ma hanno solo la necessita di vedere tutto da un punto di vista diverso.

Le difficoltà maggiori sono la scarsa autostima, ma bisogna ricordarsi sempre che insieme si può vincere, dalla dislessia non si guarisce perché non è una malattia, ma si può convivere con essa. Bisogna sempre combattere senza arrendersi, soprattutto i docenti devono essere sempre informati.

Ho trovato azzeccata la frase in cui i dice che la vita è come una tavolozza di colori, dove devi trovare la tonalità giusta.

Diventa quasi una funzione terapeutica mettere nero su bianco il loro vissuto.

Buona lettura!

Pensami al contrario
Storie e testimonianze di DSA
Anna Paris, Daniela Conti
Ilmiolibro.it, anno 2016, p. 308, € 20,00

Puoi acquistarlo qui:

SHARE
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here