Tag: L’angolo del Classico

Le Relazioni Pericolose, Choderlos de Laclos Le Relazioni Pericolose, Choderlos de Laclos

O godimento delizioso! t’imploro per la mia felicità e anzitutto per la mia pace. Qual fortuna per noi che le donne si difendano così... [Continua a leggere...]

Il Fantasma dell’Opera, Gaston Leroux Il Fantasma dell’Opera, Gaston Leroux

Aveva un cuore capace di contenere il mondo intero, ma alla fine dovette accontentarsi di una caverna. Erik ha il volto deforme. E indossa una... [Continua a leggere...]

I viaggi di Gulliver, Jonathan Swift I viaggi di Gulliver, Jonathan Swift

Avrei potuto soffocare l’incendio con la mia giacca; ma, disgraziatamente, nella fretta di uscire l’avevo lasciata a casa; sicché... [Continua a leggere...]

La Lettera Scarlatta, Nathaniel Hawthorne La Lettera Scarlatta, Nathaniel Hawthorne

Quando una massa ignorante si mette a voler vedere con i propri occhi, è fin troppo facile che veda lucciole per lanterne. Però quando formula... [Continua a leggere...]

Uomini e Topi, John Steinbeck Uomini e Topi, John Steinbeck

Poche miglia a sud di Soledad, il Salinas capita sotto I falde dei colli, dove scorre verde e profondo. L’acqua è anche tiepida, perché... [Continua a leggere...]

Giorno 7: Oliver Twist, Charles Dickens Giorno 7: Oliver Twist, Charles Dickens

“There are a good many books, are there not, my boy?” said Mr. Brownlow, observing the curiosity with which Oliver surveyed the shelves that... [Continua a leggere...]

I miserabili, Victor Hugo I miserabili, Victor Hugo

Umanità significa identità: tutti gli uomini sono fatti della stessa argilla; nessuna differenza, almeno quaggiù, nella predestinazione; la... [Continua a leggere...]

Il conte di Montecristo, Alexandre Dumas (padre) Il conte di Montecristo, Alexandre Dumas (padre)

Io sono uno di questi esseri eccezionali; sì, monsieur, lo credo; fino a oggi nessun uomo si è trovato in circostanze simili alle mie. I regni... [Continua a leggere...]

Il giorno della civetta, Leonardo Sciascia Il giorno della civetta, Leonardo Sciascia

«Io» proseguì don Mariano «ho una certa pratica del mondo; e quella che diciamo l’umanità, e ci riempiamo la bocca a dire umanità,... [Continua a leggere...]

Una stanza tutta per sé, Virginia Woolf Una stanza tutta per sé, Virginia Woolf

Fra cento anni, d’altronde, pensavo giunta sulla soglia di casa, le donne non saranno più il sesso protetto. Logicamente condivideranno... [Continua a leggere...]

Emma, Jane Austen Emma, Jane Austen

Non perdonerei a un uomo di avere più musica che amore, più orecchio che occhio, una sensibilità più acuta per i bei suoni che per i bei... [Continua a leggere...]

Chiamalo Sonno, Henry Roth Chiamalo Sonno, Henry Roth

Lei si sollevò al petto il bambino che singhiozzava, se lo strinse contro. Il suo sguardo, con una espressione vuota e stordita, vagava dal... [Continua a leggere...]

L’amante di Lady Chatterley, David Herbert Lawrence L’amante di Lady Chatterley, David Herbert Lawrence

E Connie, oscuramente, comprese una delle grandi leggi dell’animo umano: che quando all’animo sensitivo è inferta una ferita profonda,... [Continua a leggere...]

Tess dei D’Urberville, Thomas Hardy Tess dei D’Urberville, Thomas Hardy

La sua figura appariva straordinariamente alta e imponente in piedi, nella bianca camicia da notte, con una grossa treccia di capelli neri che... [Continua a leggere...]

Ragione e Sentimento, Jane Austen Ragione e Sentimento, Jane Austen

Elinor, la figlia maggiore, il cui parere era stato così efficace, possedeva una capacità di comprensione, e una freddezza di giudizio, che... [Continua a leggere...]