Matilde, Roald Dahl

– Papà, mi compreresti un libro?
– Un libro? E per che cavolo farci?
– Per leggerlo.

La recensione di Matilde di Roald Dahl

Matilde: una bimba molto intelligente, che purtroppo abita con dei genitori che non l’apprezzano, che la offendono, anche, e che la insultano quando si comporta in modo ‘strano’: legge da sola dall’età di tre anni, preferisce la compagnia di un libro a quella delle televisione (perennemente accesa in casa Dalverme, anche e soprattutto quando si mangia), appena può scappa da casa e si nasconde in biblioteca, dove divora Dickens, Hemingway, Steinbeck.

Quando poi Matilde arriva a scuola si trova ad essere bersagliata da una direttrice ignorante e terrificante, la signorina Spezzindue, che afferra le trecce delle bambine e la scaglia fuori dalle finestre per allenarsi al lancio del martello. Ma soprattutto, che punisce senza motivo i bambini chiudendoli nello Strozzatoio.

A scuola però Matilde trova anche – e finalmente! – qualcuno che si prende cura di lei e che tiene alla sua incolumità (fisica e mentale): la signorina Dolcemiele, la sua insegnante, che la sostiene e tiene a lei in modo particolare…

La mia opinione su Matilde di Roald Dahl

Non conoscevo Roald Dahl prima di oggi.
E mi pento di non aver cercato di conoscerlo prima. Perché è una bella sensazione quella che ti lascia nel cuore, quando lo leggi.

Leggere Matilde è scoprire che ci sono tanti, infiniti, modi per combattere contro l’ignoranza, l’ottusità e la prepotenza.
Per far vincere la giustizia, l’amicizia, la lealtà.
Per migliorare il nostro rapporto con gli altri, che siamo figli, genitori, o solo e soltanto amici. Per imparare quanto sia bello leggere e quante cose possa farci scoprire il magico mondo della lettura.

E soprattutto, leggere Matilde è riscoprire che è tanto bello quel mondo – quello dell’infanzia – che ci permette ancora di sapere che il bene vince sempre sul male e che i cattivi vengono prima o poi puniti per i loro misfatti! 🙂

Il film

Matilda è il film tratto dal libro di Roald Dahl. Che dire? Danny De Vito… 🙂

Matilde
Roald Dahl (illustrazioni di Quentin Blake)
Salani (collana Gl’istrici), 2008, pag. 224, € 8,00

Polepole è Silvia, lettrice affamata e da poco tempo molto selettiva, geometra, architetto, perenne studente della vita. Sono nata nel 1973, in un soleggiato ultimo giorno di aprile, ho un marito e due figli meravigliosi, che riempiono la mia vita di emozioni belle. Passerei l’intera esistenza sui libri, con tazza di cioccolata fumante al seguito, senza distogliere lo sguardo se non per farmi conquistare dalla copertina di un altro libro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here