Hypno, Alessandro Pasquinucci

Benvenuto in Pendulum.
Sei pronto a sfidare te stesso, i tuoi amici o addirittura la tua famiglia per raggiungere la vetta della classifica?

La recensione di Hypno di Alessandro Pasquinucci

A Indigo tutti i ragazzi hanno scaricato Pendulum la nuova app che ti spinge a prove sempre più sfrontate e pericolose.
Rebecca è forse l’unica che ancora non si è convinta a giocare.
Per lei è assurdo farsi condizionare la vita da un’applicazione, non capisce perché i suoi coetanei si divertano tanto a mettersi in ridicolo in rete e a compiere gesti pericolosi.
Anche il fratello di Rebecca gioca a Pendulum e anzi sembra molto preso tanto che passa giornate intere fuori casa per completare le sue missioni finché una sera nn rincasa.
E non torna nemmeno il giorno dopo.
Rebecca è convinta che Pendulum sia responsabile di ciò che è accaduto a suo fratello ma per scoprirlo dovrà iniziare a giocare.

La mia opinione su Hypno di Alessandro Pasquinucci

Hypno è il romanzo d’esordio di Alessandro Pasquinucci ed è una lettura molto scorrevole e piacevole.
La vicenda è ben orchestrata così da risultare avvincente, ha un buon ritmo narrativo, diverte il lettore e sorprende nel finale con un colpo di scena davvero inaspettato.

Alessandro Pasquinucci costruisce intorno a Pendulum un giallo investigativo in cui Rebecca si muove sfidando i pericoli e accettando di andare contro i suoi princìpi pur di ritrovare il fratello.

Le applicazioni, i giochi on line e le loro conseguenze sono spesso un ottimo soggetto per libri e film e anche Hypno non è da meno. Infatti nel romanzo non mancano spunti di riflessione sull’abuso della rete e delle applicazioni, anche pericolose, in cui ci si può imbattere e che tanto fascino esercitano sui ragazzi.

Buona lettura.

Hypno
Alessandro Pasquinucci
La Memoria del Mondo, 2021, p. 232, €. 16,00

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here