10-11 anni

Il ragazzo aveva dodici anni e si chiamava Buddy. Il suo vero nome non era quello, però. Il suo vero nome era Charlie, ma tutti lo chiamavano Buddy. La recensione di Scala antincendio di Cornell Woolrich Fa caldo d'estate a New York. Un caldo terribile, afoso. L'aria anche di notte è irrespirabile e...
L'anno scorso, alla primaria, in cortile eravamo i più grandi. Ma stamattina arrivando alla scuola media mi sono resa conto che io e i miei amici eravamo di nuovo i più piccoli! La recensione di Il mondo di Lucrezia di Anne Goscinny Lucrezia è super emozionata perché quest'anno andrà alla scuola...
"Da piccolo ho giocato alla guerra. Allora la guerra era un ricordo fresco, una cosa di cui i genitori parlavano ancora. Tra ragazzini, si diceva, per prendersi in giro "scemo di guerra". Erano chiamati così quelli che erano usciti scossi da un bombardamento, da una ritirata, dalla guerra." La recensione...
"Mi porterai tre penne, perché io ti spiegherò la politica con tre parole." "Tre sole parole?" "Non ne servono di più. Una al giorno. Una italiana, una greca, una latina. Tre biro in cambio di tre parole." La recensione di Camilla che odiava la politica di Luigi Garlando Camilla vive a Paludate S.F....
Su quale tipo di scuola superiore scegliere, non avevo le idee chiarissime. Se non una, vaga: cercare di avere a che fare con i poeti e gli scrittori del passato, visto che avevo avuto la fortuna di conoscerne uno di persona ed era diventato il  mio migliore amico. Volevo continuare...
Federico, così mi hanno chiamato. Era il nome di mio nonno, detto anche il Barbarossa, vincitore di mille battaglie e morto quattro anni prima della mia nascita, mentre guadava il piccolo fiume Saleph per raggiungere la Terrasanta. La recensione di Federico. L'avventura di un re di Marzio Bartoloni Federico è un...
La sala col pavimento celeste è inondata di luce. Di fronte al muro, in prima posizione, con gli occhi e le mani rivolti alla sbarra, Constance ascolta il pianoforte. Tra poco sarà lei la prima a doversi girare. "Se sbaglio il tempo, farò sbagliare anche tutte le altre" pensa...
Recensione-A-sogn-for-you-alberto-pellai-barbara-tamborini
"Un padre e un figlio. Sono soli nella stanza. Stanno litigano. Il padre parla con voce calma. Il figlio urla. C'è una valigia vicino alla porta "Lasciami andare, papà. Dimmi che sei d'accordo. E' tutta la vita che faccio quello che voi vi aspettate da me, mettendo da parte...
- Fidatevi del vostro intuito femminile - diceva loro. - Al resto ci penserà la natura. Se il seme è buono germoglierà. E non lo diceva con il tono di una professoressa, ma mettendosi al loro fianco, china sulla terra. La recensione di Wangari. La madre degli alberi di Fulvia Degl'Innocenti Ci...
recensione-gerusalemme-la-storia-dellaltro-paola-carid
"Era nel cassetto di mio zio. Me lo ricordo bene, come mi ricordo l'odore acre della sua stanza di vecchio. Un foglio piegato in quattro, talmente logoro che ad aprirlo si rischiava che si sbriciolassero i margini consunti. Era una mappa del catasto." La recensione di Gerusalemme, la storia dell'altro di ...
– Non arriva mai, quel figlio di brigante – disse Zucca-per. – Eppure prima di andarmene mi piacerebbe proprio vederlo, l’erede del capo. Lo aveva appena detto che la porta si aprì e Matteo piombò dentro di corsa, pazzo di gioia. – Sono diventato padre! Statemi bene a sentire:...
"Nell'armadietto di papà in bagno trovo un flacone con la scritta Joop. Mi sembra promettere bene e cerco sulla confezione se c'è qualche genere di istruzioni. Invano. Così all'inizio decido di andarci cauto: sette, otto spruzzi sotto ogni ascella, due dietro le orecchi e tre sul collo, perché penso...

Splash, Charli Howard

“- Allora, hai tutto? - mi ha chiesto la nonna per quello che mi pareva la ventesima volta della giornata. Eravamo sulla porta di casa e mi stava passando la borsa che mi ero preparata per dormire fuori. - Hai preso il costume da bagno? E lo spazzolino? - Nonna!...
Una delle leggi che i Balek avevano dato al villaggio era: nessuno deve avere in casa una bilancia. La recensione La bilancia dei Balek, Heinrich Böll Nel villaggio dei nonni la vita è fatta di lavoro e privazioni. Si lavora il grano e i bambini pensano alle piccole faccende e ai lavoretti...
La signorina Gemma diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli, mia madre diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli, mio fratello Krikor diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli; tutti volevano che andassi a tagliarmi i capelli. Il mondo non mi permetteva di avere una testa...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana