Narrativa Italiana

Il viaggiatore notturno, Maurizio Maggiani

Cerco la Croce del Sud sopra le montagne di un confine che i tagil non hanno mai imparato a rispettare. Eccola, è lassù, il...

Il castello dei destini incrociati, Italo Calvino

In un castello si ritrova per caso un gruppo di viaggiatori. Hanno tutti perso l'uso della parola e il loro unico modo di comunicare è rappresentato da un mazzo di tarocchi, le cui carte serviranno ad ognuno di essi per raccontare l'avventura appena vissuta.

La forma dell’acqua, Andrea Camilleri

"Possedevamo un pezzetto di terra e una casa alle pendici dell'Amiata, ci passavamo le vacanze. Avevo un amichetto, figlio di contadini, più piccolo di...

Un viaggio chiamato amore, Sibilla Aleramo, Dino Campana

Dino, provo qualcosa di tanto forte che non so come lo reggerò...Sei tu che mi squassi così? Che cosa m'hai messo nelle vene? E...

Il banchetto, Orazio Bagnasco

Nel salone dove l'indomani si sarebbe svolto il grande banchetto, lunghe tavole provvisorie erano state preparate con vivande di ogni tipo: code di castrato...

Il terrazzino dei gerani timidi, Anna Marchesini

Quasi sempre erano i gerani. Un colore spento, si sarebbe detto quasi lilla, il fiore moscio,pallido opaco,insulso; non attirava nemmeno una vespa. Gerani tutti...

Nessuno si salva da solo, Margaret Mazzantini

– Vuoi un po' di vino? Lei muove appena il mento, un gesto vago, infastidito. Assente. Dev'essere lontana, presente altrove, in qualche cosa che le...

Un indovino mi disse, Tiziano Terzani

Ogni posto è una miniera. Basta lasciarcisi andare. Darsi tempo, stare seduti in una casa da tè a osservare la gente che passa, mettersi...

Seta, Alessandro Baricco

Benchè suo padre avesse immaginato per lui un brillante avvenire nell'esercito, Hervè Joncour aveva finito per guadagnarsi da vivere con un mestiere insolito, cui...

Ti con Zero, Italo Calvino

Quello che veramente ognuno di noi è ed ha, è il passato; quello che siamo e abbiamo è il catalogo delle possibilità non fallite,...

Il bel sogno. Amare dopo lo sterminio, Roberto Camerani

"Forse , la cosa davvero difficile è il “dopo”, quello che c’è oltre il filo spinato del leager, ciò che si incontra nella vita...

La ladra, Mario Tobino

"(...) non era bella, anzi brutta, il volto angoloso, quell'occhio storto in certi giorni di più strabiciava (...)" Assunta e Giobetto sono stati sposati dalle...

Il nome della rosa, Umberto Eco

Sì, c'è una lussuria del dolore, come c'è una lussuria dell'adorazione e persino una lussuria dell'umiltà. Se bastò così poco agli angeli ribelli per...

Sulla pelle viva, Tina Merlin

« Oggi tuttavia non si può soltanto piangere, è tempo di imparare qualcosa » Queste le parole dette da Tina Merlin all'indomani della tragedia del Vajont. Il 9...

Vento Scomposto, Simonetta Agnello Hornby

"Siamo una famiglia felice e normale. Ha capito? Felice e normale." Ho deciso di leggere questo romanzo della Hornby dopo aver gustato "La mennulara" e non...

ZeBuk goes hungry

ZeBuk incontra...

Almanacco letterario

Almanacco dal 2 al 8 marzo

La ragione e il torto non si dividon mai con un taglio così netto, che ogni parte abbia soltanto dell'una o dell'altro. Alessandro Manzoni Ricorrenze 02 Marzo...