Home Bambini e Ragazzi 12-14 anni La ragazza che scrive, Sara Ciafardoni

La ragazza che scrive, Sara Ciafardoni

La ragazza che scrive, Sara Ciafardoni

È sera. Per tanti potrebbe essere una sera qualunque, di quelle che si somigliano un po’ tutte; come in certe cartoline con le città riprese dai tetti. Tante lucine in un manto stellato, una mezzaluna a sorvegliarle.
Anche per Lucia le serate si somigliano un po’ tutte, portano sempre la stessa angoscia e quel pensiero fisso, quel piccolo faccino sorridente cosparso di lentiggini, e poi la voce. La voce che la chiama, che chiede aiuto. Il suo aiuto. E lei, Lucia, non ci può fare niente.
Niente.
Tutte le sere la stessa storia e così, dopo cena, si inventa il suo modo per sopravvivere, in questo è piuttosto caparbia, soprattutto da quando ha deciso di dare una svolta alla sua vita.

La recensione di La ragazza che scrive di Sara Ciafardoni

Lucia, detta Luce, è un’adolescente che da fuori sembra come tante altre.
Luce però si porta dentro al cuore un peso enorme, di cui non riesce a parlare con nessuno, e che da sette anni condivide con la sua famiglia: la scomparsa della sua sorellina Elisa, rapita e mai più trovata.
In famiglia ognuno ha reagito come poteva, tra muri innalzati e ricordi dentro cui immergersi.
Mamma Imma sembra irreprensibile, è avvocatessa e con lei Luce ha un rapporto conflittuale. Con papà Matteo per fortuna non è così, in lui riesce sempre a trovare un alleato.
Luce cerca di nascondersi, ma diventare invisibile non è semplice, anche se si veste solo con tutone nere e se ne sta in disparte. Anche a scuola la situazione non va meglio perchè viene derisa da molti compagni, compresa Rosa, quella che un tempo era la sua migliore amica.

Per fortuna che Lucia ha i libri e la scrittura.
Nella casa in cui si sono da poco trasferiti, per “ricominciare” Luce pian piano crea la sua “Mansarda delle nuvole”, dove si ritira per scrivere di Natalia, il suo alter ego letterario, e per parlare alle stelle, affinché possano prendersi cura di Elisa.

Sara Ciafardoni è conosciuta sul web come lasarabooks e “La Ragazza che scrive” è il suo secondo romanzo, nato dal dolore che Sara ha saputo trasformare in nuvole e bolle di sapone. Sara infatti ha una rara malattia che fin da piccola l’ha costretta su una sedia a rotelle.

La ragazza che scrive è un libro delicato, in cui Sara ci fa capire fin dall’inizio cosa è successo ma lo svela solo piano piano.
Un romanzo ben pensato, con personaggi caratterizzati in maniera chiara e approfondita.

Un libro intenso e commovente che racconta un viaggio attraverso il dolore e la capacità di trasformarlo in forza.
Un libro adatto ai ragazzi ma godibile anche da chi un ragazzo più non è!

Buona lettura!

L’autrice: Sara Ciafardoni

Sara Ciafardoni, giovane ragazza pugliese, è stata costretta, fin da giovanissima, a condurre una vita molto diversa dalla maggior parte dei suoi coetanei a causa di una rara malattia. Nonostante questa difficoltà, non ha mai permesso che la malattia la fermasse dal perseguire i suoi sogni e la sua passione per la fotografia e la scrittura. A 17 anni, Sara frequenta l’ultimo anno di liceo scientifico e gestisce la sua pagina Instagram, @lasarabooks, dove condivide la sua passione per l’arte e la scrittura. Inoltre, gestisce una pagina TikTok, @lasaracfd, dove – oltre a parlare di libri – ironizza sulla disabilità e i tabù che la riguardano per sensibilizzare su questa tematica. Sara ha gli occhi allenati a ricercare la bellezza nella vita nonostante le sfide che incontra quotidianamente.

La ragazza che scrive
Sara Ciafardoni
Mondadori Electa, 2023, 156 pag., € 16.90

Classe 1983 anni, romagnola, mamma di due splendidi bambini e di una stella nel cielo. Programmatrice, lettrice e multitasking (o almeno ci si prova!) Mi piace la lettura da sempre, ho voluto una libreria ampia e spaziosa nella casa nuova, che accogliesse tutti i miei libri. A natale, stufo dei libri accatastati ovunque, mio marito mi ha comprato un ereader. Ed è stata la fine…..

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Exit mobile version