Home Nuovi Autori Hai voluto la carrozzina? – La Recensione

Hai voluto la carrozzina? – La Recensione

6
thumbnail

E poi- fiuuù – l’ineluttabile  telefonata arriva.
Che non te l’aspettavi ancora, e ti coglie di sorpresa mentre stai strofinando la tazza del cesso, o differenziando i rifiuti, e magari non hai neanche un filo di fard.
“Signora, s’è liberato un posto nel nostro asilo” dichiarano dall’altro capo della cornetta, mentre le tinte più gioiose dell’arcobaleno si avvicendano sul tuo pallido incarnato.
“Voleva dire tre posti, suppongo” rispondo io, conciliante.
“Tre posti contemporaneamente non si liberano neanche se arrestano l’insegnante per percosse” risponde lei, noir. “E se iscrivo una delle mie figlie” ribatto io, “supponiamo la maggiore, le altre due le tengo in tasca mentre sono in ufficio?”.
Ebbene si, succede anche questo. (da “Riprendersi gli spazi” di Valentina Santandrea)

Ve lo abbiamo presentato brevemente qualche tempo fa.
Oggi proviamo a raccontarvelo.
Con una sola precisazione:
Hai voluto la carrozzina? Spunti di sopravvivenza da 15 mamme che pedalano sul web, non è un libro che ha la pretesa di insegnare qualcosa alle mamme.
Qualcosa di nuovo, perlomeno.
Perchè basta andare in libreria per trovare tutti i trattati “scientifici” che si vuole sull’argomento.
E anche una consistente bibliografia più leggera.
E allora, vi chiederete, perchè dovrei leggere proprio questo libro?

Il motivo è talmente semplice da risultare, forse, banale: è un libro divertente, frizzante, vero.

Il lato divertente viene ben sviscerato nei racconti di queste 15 blogger.
Piccole storie di vita vissuta, e altrettanti consigli, rivolti soprattutto alle neomamme.

Un modo certamente meno serioso per descrivere i piccoli problemi quotidiani che ogni madre dovrà, prima o poi affrontare nel corso delle diverse fasi di crescita del proprio figlio.

Frizzante. Perchè metti insieme quindici donne, con altrettante personalità, ognuna con il proprio modo di pensare. E di loro di parlare di maternità.

Sarà sicuramente un’esperienza fuori del comune.

E vero, beh, si commenta da solo.
Di sicuro l’opinione di una mamma è “provata sul campo”.
E può in qualche modo dare fiducia a chi è alle prime armi.

Ma il vero punto di forza di queste donne è che non si prendono mai troppo sul serio.
Sono “mamme imperfette”. Ma proprio per questo più credibili e più simili a chi le legge.

Ecco.

Mi sento di consigliare la lettura di Hai voluto la carrozzina? per tutti i motivi elencati qualche riga fa…ma soprattutto perchè i diritti delle autrici sono interamente devoluti alla Onlus Parole di Lulù, fondata da Nicolò Fabi.

Hai voluto la carrozzina?
(Curatrice: Barbara Sgarzi)
Fabbri Editori, 2011, 224 pag., € 16,00
ISBN 9788845164545

 

40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

6 COMMENTS

Leave a Reply