12-14 anni

Recensioni di libri per bambini, albi illustrati, libri per le prime letture per la fascia di età dai 12 ai 14 anni.

Il nonno del ragazzo arrivò a Cambridge il ventitre settembre con un'auto a noleggio, in compagnia di un uomo sui quarant'anni a noleggio, in compagnia di un uomo sui quarant'anni che, si scopri poco dopo, era un avvocato. La mia recensione di La fisica degli abbracci, Anna Vivarelli Guglielmo Malvasi, detto...
«Ma le favole sono storia, storia reale, storia viva, storia vissuta. Nulla è più vero delle favole, credimi. Il mondo è ancora pieno di fate che abitano castelli lastricati di sogni e dormono su materassi imbottiti di nuvole. E tutte le notti escono dalle viscere della terra spiriti maligni...
Sono rimasti nel bosco i suoni degli animali che amavo, e che sapevo distinguere da prima che mi accogliessero. La recensione di I suoni rimasti, Matteo Gubellini Siamo in un'epoca lontana, in un'epoca dove c'è ancora confidenza tra uomo e creature magiche. Mara è una ragazza che si innamora di uno gnomo. Questo...
Di solito esco di casa sedici minuti prima del suono della seconda campanella, in questo modo arrivo in classe giusto in tempo, non devo salutare, sorridere, interagire, chiacchierare, sostenere sguardi. Le altre ragazze vogliono stare sempre insieme, dirsi delle cose, e anch'io vorrei stare con loro e dire delle...
La recensione di Bia e il compagno ideale di Sandro Melaranci È stato pubblicato in agosto 2021 Bia e il compagno ideale, terzo volume della collana ideata da Sandro Melaranci, autore romano con un passato nel mondo del cinema, della ristorazione e dell’artigianato d’arte. Protagonista del racconto è una ragazzina dall’intelligenza briosa...
Io e te, noi fratello e sorella, ok? Un romanzo attuale, che parla al cuore dei ragazzi e degli adulti La recensione di Come fratello e sorella, Karin Koch Ho conosciuto Sahal a scuola. Viene dalla Somalia, ha quindici anni ma tutti credono che e abbia diciotto e per questo forse dovrà...
L'ho fatto davvero. Ho combattuto per qualcosa in cui credo, con l'aiuto dei miei amici. Non pensavo che potesse funzionare: nessuno sta mai ad ascoltare quello che abbiamo da dire noi ragazzi. E invece... La recensione di Il club degli ultimi romantici. Lettori in azione di Lucy Powrie Tornano Olivia, Tabby,...
Prese il gessetto e tracciò una riga sul tappeto. Meno male che non era un tappeto soffice altrimenti non avrebbe funzionato. (...) continuò a tracciare la riga sulla carta da parati a fiori blu e, salendo sulla sua scrivania, fino al soffitto. Passò poi all'altro lato della camera, salì...
ALLORA, VORREI SUBITO CHIARIRE che io all'Inferno nemmeno ci volevo andare. Io sono una persona tranquilla, serena, calmissima. Cerco la quiete, il silenzio, i libri illustrati, gli uccellini che cinguettano, le forbici con le punte arrotondate. Amo la serenità e la pace. La recensione di L'inferno spiegato male di Francesco Muzzopappa Che...
Infilandomi il giornale sotto il braccio, sorrido ai miei amici e tutti e tre riprendiamo a camminare. Verso il futuro. La recensione di La lunga notte di Charlie Noon di Christopher Edge Cosa succederebbe se rimanessimo intrappolati in un bosco di notte? Le stelle ci guiderebbero oppure saremmo soverchiati dalle nostre paure...
"Mi fece paura. Arrivò un sabato di ottobre prima di pranzo, mangiò in silenzio e poi si alzò e usci in cortile a fumare e a guardare la montagna, fermo accanto al tavolino con la cesta di frutta. Io lo volevo vedere da vicino, allora mi avvicinai in punta...
Mi piaceva perché era spiritoso, Joe. Parlava, parlava, si divertiva, a parlare. Le cose al saloon te le diceva sempre in quel suo modo strano. Io avevo tredici anni e una gran voglia di scappare di casa, e quando lui si toglieva il cappello, lo appoggiava sul bancone e...
Nel nostro appartamento al centro di Meyrin, non abbiamo nemmeno un balcone. E di conseguenza non abbiamo nemmeno un animale in casa. E quindi io non ho nemmeno un elefante o una ranocchia che mi avrebbe potuto allertare su tutto ciò che mi sarebbe successo, quel famoso martedì. La recensione...
Mentre vendevo mi tenevo stretta la mia amica in tasca.Me l'aveva regalata mio padre per il mio compleanno, insieme a due caricatori di pallottole.-Questo è un regalo importante, guaglio'!- aveva detto con la faccia seria seria.- Cerca di meritartela, però!E come se la deve meritare, uno, una pistola? Deve...
"Il mio silenzio non era mai scomodo. Né invadente. Né rumoroso. Quando non mi andava di parlare dalla mia gola non usciva alcun suono. Come spremere acqua da una pietra. Non usciva neppure una parola. Le parole dovrebbero essere fatte dalla stessa sostanza delle cose, e nominarle dovrebbe bastare...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana