Home Biografie e Autobiografie

Biografie e Autobiografie

"Troppo spesso, temo, il Principe Filippo si è trovato costretto ad ascoltarmi. Di frequente abbiamo discusso i miei discorsi in anticipo, e, come potrete immaginare, ha espresso la sua opinione in modo franco. Lui, semplicemente, mi è stato accanto ed è stato la mia forza per tutti questi anni;...
"Essere medico non è una professione, ma una vocazione, un modo di dedicarsi alle persone. E se lo fai, perché non farlo per chi ne ha maggior bisogno?" La recensione di Lucille degli Acholi di Ilaria Ferramosca, Chiara Abastanotti Lucille degli Acholi è una splendida graphic novel scritta da Ilaria Ferramosca...
"Essere liberi è uno stato d'animo" Un'autobiografia che è tuffo nel mondo di una leggenda del rock, dei suoi primi 25 anni di vita, fino al 1989, anno del suo album di debutto. La recensione di Let Love Rule, Lenny Kravitz, David Ritz Let Love Rule di Lenny Kravitz è la storia della formazione...
È tutto un prato. È tutto un prato con noi sopra. Sappiamo di selvatico, di erba medica, di fossi e di sudore seccato. Di fuga da un altro guaio. Dopo aver corso come Domenghini, ci lasciamo cadere a pancia in giù, tiriamo il fiato e l'aria sa di terra....
La libertà è come il fuoco: una volta che parte, non lo sai mica dove andrà. Donna, queer, meridionale: tre parole che costruiscono una prigione invisibile fatta di aspettative, di stereotipi e luoghi comuni. La recensione di Ho un fuoco nel cassetto, Francesca Cavallo Sia nelle nostre storie personali sia in quelle...
"Inizio ora a parlare dei pirati che si sono resi noti dopo il trattato di Utrecht; in tempo di guerra non c’è spazio per la pirateria perché tutti gli uomini avventurosi trovano lavoro come corsari, quindi non ci sono molte opportunità per i pirati." Una storia imponente, voluminosa e approfondita,...
“Solo una cosa ha valore, a quanto dicono, pari alla vita: avere bontà e giustizia nel cuore. Al momento giusto il tempo rivela i malvagi, porgendo uno specchio come una fanciulla. Non sia io mai fra costoro.” La recensione di Ippolito La tragedia dell’amore, Euripide Ippolito di Euripide è la tragedia...
Un libro solo sulle scrittrici? Non è una discriminazione plateale? Le donne che scrivono non dovrebbero differire in nulla rispetto agli uomini che scrivono. In un mondo perfetto sarebbe così. Tuttavia per le donne, questo mondo non è ancora sempre perfetto. Non lo è in generale e non lo...
Dentro di lei si è accesa una luce che non si spegnerà più: la danza classica è tutto ciò di cui ha bisogno. La recensione di Misty Copeland di Cristina Sarto Per capire chi sia Misty Copeland basta guardare l'incredibile foto scattata da Fabrizio Ferri per il balletto L'uccello di fuoco....
Mi chiamo Maria Branwell, ho vent'anni e posso definirmi una ragazza felice. La recensione di Maria Branwell. La madre delle sorelle Brontë di Maddalena De Leo Nel febbraio del 1850 Charlotte Brontë riceve dal padre un fascio di lettere che Maria Branwell gli scrisse durante il fidanzamento. Partendo da questo fatto realmente...
“Sull’orlo dell’abisso, poi l’amore, all’improvviso”. La storia di Dino Campana, poeta, uomo innamorato, pervaso da una forza che nemmeno lui conosce fino in fondo, ma che lo spinge ad andare sempre oltre. La recensione di Di fango e di rose, Giorgio Montanari "Campana, il mio nome è Dino Campana. Vengo da Marradi....
Charles Leclerc fan book, Achille Rubini
Il cielo era azzurro eppure, tra i tanti colori e le innumerevoli bandiere, la città si vedeva a malapena. Era una domenica di fine maggio del 2001 e a Montecarlo si festeggiava uno degli eventi più attesi dell'anno: il gran premio di Formula 1! La recensione di Charles Leclerc fan...
"Ho pensato pure a quello, ho pensato a tutto. ma lo sai anche tu che non può essere la soluzione. L'unica possibile è il tempo, la speranza che lentamente la gente si dimentichi". Gli anni mi daranno anche questo. La forza di sopportare. Di caricarmi di un'ingiustizia come sta facendo Emilio, con...
Tutti i rapporti tra le persone, se ci pensi bene, tutti derivano da lì. Dalla fiducia. Io mi fido di te e so che non mi freghi. Che quello che farai, che faremo, sarà sincero, autentico, perché  ci vogliamo bene, se poi la vita ci allontanerà dipenderà da altro,non...
Ma è la conoscenza suprema, un grado ancora più elevato di percezione, a permetterci l'immersione nell'amore intellettuale di Dio; non è fede, è intuizione che coglie la totalità del reale. La recensione di Baruch Spinoza. Il passo del clandestino di Mimma Leone Baruch Spinoza. Il passo del clandestino è una biografia...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana