10-11 anni

Lei era così, sospesa di fronte a ogni incrocio, di fronte a ogni bivio. E non lo sapeva dove voleva andare. E se le toglievano matite e penne e colori, avrebbe graffiato i muri. Per attraversare ogni ponte, tentare ogni via. La recensione di Tu non sai di me di Luisa Mattia 9 storie...
L'altro giorno il Capo mi ha regalato una vecchia macchina da scrivere. È una Underwood n. 5 modello 1908. L'ha comprata da un rigattiere qui al porto di Lisbona. Aveva diversi tasti rotti e mancava la leva di ritorno a carrello. Il Capo sa che mi piace aggiustare le...
recensione-anastasia-di-nuovo
"In periferia!" esclamò Anastasia. "Ci trasferiremo in periferia?" Non voglio crederci, non voglio credere che mi abbiate davvero fatto questo appena finisco il mio budino mi butto dalla finestra" "Siamo al primo terra" le ricordò sua madre." La recensione di Anastasia, di nuovo! Lois Lowry Anastasia Krupnik è una ragazza affettuosa...
«Siamo diventati consapevoli dei cambiamenti climatici che le generazioni non hanno mai fermato prima. Ciò che possiamo dire è ciò che dobbiamo fare, per combattere questo problema: trovare soluzioni insieme». Cerchiamo di conoscere meglio tutte le ragazze che stanno cercando di difendere la nostra Terra La recensione di Green Girls. Storie vere di ragazze...
"Un pomeriggio d'estate, sull'argine del Panaro... Ragazzi! Forse dovremmo tornare a casa... il nonno dice che con questo caldo è meglio non andare troppo in giro... Sei il solito fifone, Marco! Se le case abbandonate ti fanno paura, dillo! Magari fosse la volta buona che incontriamo un fantasma..." La recensione di Il...
Buona fortuna, ragazzi! E ricordatevi: tutti, ma proprio tutti, hanno vissuto un'estate mostruosa. Chissà he presto non tocchi anche a voi! La recensione di Un'estate mostruosa di Nicola Brunialti Hans e Greta, gemelli, sono eccitatissimi, stanno per andare come al solito in campeggio ma quella sarà la loro ultima volta. Infatti il campeggio...
Mi volto verso di lei, la guardo e poi mi allontano di qualche passo. Mi fermo, mi giro di nuovo. Non sa che fare, ha ancora paura. Qualcosa scricchiola dietro di me, rametti spezzati, pigne che rotolano. Forse sta scappando via. Mi giro, ma Fiamma si avvicina ancora. Incrocio i...
"La mia origine è leggendaria e risale a cinque secoli prima della nascita di Gesù Cristo con la presenza dei Siculi del re Ducezio. Come faccio ad affermarlo? Sono stati trovati nelle campagne reperti, come iscrizioni, monete e vasi che le testimoniano." La recensione di Non chiamatelo ragazzino, Marco Pappalardo Marco...
"Era nel cassetto di mio zio. Me lo ricordo bene, come mi ricordo l'odore acre della sua stanza di vecchio. Un foglio piegato in quattro, talmente logoro che ad aprirlo si rischiava che si sbriciolassero i margini consunti. Era una mappa del catasto." La recensione di Gerusalemme, la storia dell'altro di ...
La signorina Gemma diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli, mia madre diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli, mio fratello Krikor diceva che avevo bisogno di tagliarmi i capelli; tutti volevano che andassi a tagliarmi i capelli. Il mondo non mi permetteva di avere una testa...

Heidi, Johanna Spyri

Il vento della notte aveva spazzato via le ultime nuvole; il cielo era azzurro e i fiori gialli aprivano le loro corolle occhieggiando lietamente. Heidi saltellava e mandava piccoli gridi di felicità; perché qui c'era un gruppo di margheritine, là una macchia azzurra di genziane, e dovunque, sotto il...
“Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.” Albert Einstein La recensione di Un pesce sull'albero, Linda Mullay Hunt Il libro di cui vi parlo oggi, ci aiuterà a capire attraverso la storia...
Dammi ancora sette lunghi secondi, non chiedo di più, pensò Julius Higgins mentre girava l'angolo a rotta di collo e si immetteva in Ironmonger Lane. Crimper McCready e i suoi due compari stavano guadagnando terreno. Julius correva a zigzag tra la gente che guardava le vetrine e correndo cercava l'insegna...
"Il latrare dei cani mi fa sobbalzare. Mi volto di scatto, con gli occhi spalancati. Papà si avvede del mio turbamento e scuote leggermente la testa per rassicurarmi: - Non è niente." Il libro racconta quattro storie di altrettanti ragazzi adolescenti cresciuti in Italia nel Novecento. La prima storia narra della Prima guerra...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana