Home Classici

Classici

In questa sezione troverete le recensioni dei classici della letteratura italiana e straniera.
I classici: libri imperdibili, libri sempre attuali, libri intramontabili.

"Dunque, voi siete Sheppard? Sissignore. Sono il pastore e tutti i secondini sono il mio gregge: io non posso andarmene in giro, ma tutti mi vengono dietro belando." La recensione di Jack Sheppard. Il bandito più amato di Londra di William Harrison Ainsworth Jack Sheppard è stato uno dei banditi più temuti...
Ti rallegrerai nell'apprendere che nessun disastro ha accompagnato l'inizio di un'impresa alla quale tu guardavi con tanti cattivi presentimenti. Sono arrivato qui ieri, e la prima preoccupazione è stata di rassicurarti, cara sorella, sul fatto che sto bene e che nutro una fiducia crescente verso quanto ho intrapreso. Sono già...
Tu che hai ritrovato e leggi queste parole, conosci in te l'anima mia infelice.  Primo romanzo di Antonio Fogazzaro, Malombra è stato giudicato dai critici dello scrittore superiore al molto più noto Piccolo Mondo Antico, di qualche anno successivo. Pervaso da un romanticismo nero, il romanzo è ambientato su un...
"Una volta che il sordido interesse si impadronisce del cuore, esso blocca la fonte di ogni sentimento caldo e liberale; è un nemico simile alla virtù e al sapere - questa esso corrompe, e quello esso annichilisce. Verrà un giorno, amico mio, in cui la morte dissolverà la forza...
recensione-alice-nel-paese-delle-meraviglie
" Un coniglio poi è sbucato con l'ombrello e il vestito così io l'ho seguito...lì per lì ero ignara una inaspettata avventura mi avrebbe fatto più matura tutto grazie al Bianconiglio, che ho seguito nel nascondiglio." La recensione di Alice nel paese delle meraviglie di Enzo Venezia Alice nel paese delle...
Nessuno che avesse veduto Catherine Morland negli anni della sua infanzia, avrebbe supposto che fosse nata per divenire un'eroina. La situazione sociale, il carattere dei suoi genitori, le sue stesse personali abitudini vi si opponevano. La recensione di L'abbazia di Northanger di Jane Austen Catherine Morland è una ragazza ricca di...
Il palazzo d'Alkorremi (...) da cui dominava l'intera città di Samarrah, non gli era parso abbastanza grande. Vi aggiunse cinque ali, o piuttosto altre cinque palazzine, e destinò ciascuna alla soddisfazione di uno dei cinque sensi Pur non essendo un puro rappresentante del romanzo gotico, Vathek presenta molte delle tematiche...
"Leggero di spirito, per mio incanto, Leggero di corpo, e intanto, mai renderai un braccio stanco- Cuor di genitor sarà infranto!" Tutti pensavano che fosse uscita di testa, che stesse ripetendo qualche filastrocca insensata; eppure, tutti furono scossi da un brivido. La bimba, al contrario, cominciò a ridere e gorgogliare; la tata sussultò...
Volo di notte, Antoine de Saint-Exupéry
Sotto l'aeroplano, le colline scavavano già il loro solco d'ombra nell'oro della sera. Le pianure si facevano luminose, ma di una inconsumabile luce: in quelle regioni esse non finiscono mai di restituire il loro oro, così come dopo l'inverno non finiscono mai di restituire la loro neve. La recensione di...
Marley era morto per cominciare. Non v’è dubbio in proposito. Il certificato di morte era stato firmato dal pastore, dall’impiegato comunale, dall'impresario delle pompe funebri e dall'unico erede: Scrooge. E la firma di Scrooge aveva una reputazione solidissima in Borsa, su qualsiasi atto fosse apposta. Sì, il vecchio Marley era...
Nel gruppo vicino alla porta un giovane - era Laurence Sybert, il primo segretario dell'Ambasciata americana - si interruppe nel bel mezzo di una frase con l'esclamazione: "Ah, la Principessa del Grano!" "State attento, Sybert! Vi sentirà", lo avvertì il console generale con i capelli grigi, che stava al suo fianco. Sybert...
In alto sul fianco della montagna, isolata in una radura, si trovava la capanna. Costruita alla buona, era comunque calda. Dietro, le pareti della montagna si stagliavano contro i venti del nord, spiccando grigio-bianche al sole. Davanti, una minuscola distesa verde scendeva piano verso un altro crepaccio della montagna,...
IN PAESE TUTTI LA CHIAMAVANO FADETTE CIOÉ "PICCOLA FADET", ANCHE PERCHÉ IN FRANCESE FADET SIGNIFICA "FOLLETTO". E INFATTI LA RAGAZZA SEMBRAVA UN FOLLETTO, TANTO ERA PICCOLA, MAGRA, SPETTINATA E CORAGGIOSA. ERA VIVACE COME UNA FARFALLA, CURIOSA COME UN PETTIROSSO E NERA COME UN GRILLO. PER QUESTO IL SUO SOPRANNOME...
Recensione-il-piccolo-principe
"«Ecco il mio segreto, è molto semplice: si vede bene solo col cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi», disse la volpe. «L’essenziale è invisibile agli occhi», ripeté il piccolo principe." La recensione di Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry In libreria da dicembre 2019 è arrivato un grande classico per la...
Giù, proprio davanti alla porta di ingresso, stava Mary Poppins, in cappotto e cappello, con la sua borsa di tappeto in una mano e l'ombrello nell'altra. Il vento le soffiava intorno selvaggiamente, impigliandosi nella sottana, mandandole fuori posto il cappello. Un classicissimo della letteratura per bambini, che però è uno...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana