Home Narrativa Straniera

Narrativa Straniera

Cominciò con un numero sbagliato, tre squilli di telefono nel cuore della notte e la voce all'apparecchio che chiedeva di qualcuno che non era lui. Molto tempo dopo, quando fu in grado di pensare a ciò che gli era accaduto, avrebbe concluso che nulla era reale tranne il caso. La...
"Chi l'avrebbe mai detto?" Eleanor entrò nella veranda. "I miei tre figli, riuniti nello stesso posto. Quando è stata l'ultima volta in cui è successo?" Rimase ferma per un attimo a guardarli, tutti insieme. la sua famiglia. Era sempre stato il suo più grande desiderio, per tutta la vita, e si...
Egli fu, ci piace pensare, il più grande uomo scimmia del Pleistocene...e scusate se è poco! La recensione di Il più grande uomo scimmia del Pleistocene di Roy Lewis Un'orda che diventa tribù, il passaggio dall'endogamia all'esogamia, il viaggio per cercare terre, caverne, cibo migliore. Evolversi, incontrare l'altro, scambiare le proprie...

Tandem, Maria Barbal

Aveva il presente e intendeva renderlo un susseguirsi di momenti o di ore desiderati. La recensione di Tandem di Maria Barbal Elena è un'insegnante in pensione ed è intrappolata in un matrimonio che non le dà più niente. Suo marito è un poeta famoso ma la loro vita ormai è un...

Paura, Stefan Zweig

Oh, non essere più braccata, poter riposare, riposare all'infinito, non sentire più la paura martellarle in petto! La recensione di Paura di Stefan Zweig Irene Wagner ha all'apparenza tutto ciò che si può desiderare: sposata con un importante avvocato, madre di due figli, benestante e frequentatrice dei migliori salotti della città....
Perché Erika è bella, molto bella, e lo sa. Ventiquattro anni, alta, un seno generoso, fermo, fianchi larghi. Un corpo da amare, un viso da adorare, che ispira a volte la sensualità, a volte la poesia. Bionda, occhi azzurri, lo sguardo un po' vago perché è leggermente miope. Il...
Nessuno indosserebbe i vestiti se non esistesse il bucato, e questo è una certezza come il fatto che nessuno andrebbe in giro svestito, almeno non nello Hertfordshire, e non a settembre. La recensione di Longbourn House di Jo Baker Il giorno di bucato a casa Bennet è sempre il giorno più...
Prawiek è un luogo al centro dell'universo. Attraversarlo di buon passo da nord a sud richiederebbe un'ora. Lo stesso da est a ovest. Se poi qualcuno volesse fare il giro di Prawiek camminando lentamente, per osservare ed esaminare ogni cosa nei minimi dettagli, impiegherebbe un'intera giornata. dalla mattina alla sera. La...
Casa Ransome era stata svaligiata. La recensione di Nudi e crudi di Alan Bennett I coniugi Ransome hanno una brutta sorpresa di ritorno dal teatro. La loro casa è stata svaligiata dai ladri ma quello che si presenta ai loro occhi non è un furto normale. Casa loro non esiste praticamente...
Ogni anno Phil aspettava con ansia il momento della caccia che arrivava in ottobre, quando i salici lungo i torrenti diventavano rosso ruggine e le nebbioline dei fuochi lontani tra i boschi rimanevano sospese come veli sulle cime dei monti. Allora li si vedeva cavalcare insieme nella prateria in...
L'agente aveva tirato fuori la pistola. "La prima cosa che ho pensato quando mi hanno detto di cercare una Plymouth" disse. "È che il ladro poteva essere solo un negro." La recensione de I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead Essere nero negli anni sessanta in Florida non è facile. A...
Dove un istante prima c'era sua moglie, adesso c'era una piccola volpe di un color rosso acceso. La recensione di La signora trasformata in volpe di David Garnett I protagonisti del libro sono i coniugi Tebrick che vedono la loro vita mutare irreversibilmente. Silvia e Richard un pomeriggio vanno a passeggio...
Nell'oscurità, due ombre si avvicinano attraverso il crepuscolo fitto e senza speranza. Le loro mani s'incontrano e la luce si riversa inondando ogni cosa, come cento urne d'oro che, aperte, fanno uscire il sole. La recensione di La canzone di Achille di Madeline Miller Patroclo è la voce narrante che ci...
Le persone sveglie, pompose, o semplicemente sfacciate occupavano tutti i posti migliori con facilità, e non c'è giustizia universale che tenga laddove si dispiegano gomiti forti e un altrettanto forte, incrollabile amor proprio. Mentre Ogarëv si arrovellava in serie e tormentate riflessioni sul suo diritto a dire la propria...
Ieri mi è arrivata un bel po’ di roba anni Quaranta e Cinquanta. Gran parte era tra i vestiti che mi hai appena portato dalla tintoria. Rovista pure, se vuoi, ma tieni presente che il cappotto verde è mio. Mentre la nonna si spostava nella stanzetta sul retro dove avevano...

Gli articoli più letti nell'ultima settimana