Bjorn il morfirio, Thomas Lavachery

La neve fioccava, fioccava senza tregua.

La recensione di Bjorn il morfirio, di Thomas Lavachery

Inverno, anno 1065.
La casa di Erik è solida e ben costruita ma quell’anno una nevicata eccezionale si abbatte sulla valle.
La neve invade tutto cercando di entrare più volte nelle case.
Sembra quasi viva e forse lo è davvero; una strega bianca che uccide tutto quello che trova.
Bjorn ha appena tredici anni ed è un ragazzo senza nessuna particolare qualità.
Eppure ogni notte in sogno gli appare un guerriero con cui si sfida a duello.
Sembrano solo sogni ma ogni giorno diventa più bravo con la spada come se quei duelli notturni avvenissero davvero.
Che si stia trasformando in un morfirio cioè un guerriero coraggioso ed imbattibile?
Intanto la neve distrugge la casa e l’unica via di fuga è scivolare lungo le antiche strade sotterranee dei Troll.
Ma uscire e trovare aiuti non sarà facile.

La mia opinione su Bjorn il morfirio di Thomas Lavachery

Un morfirio, lo dico per il lettore ignaro, è un individuo timido, timoroso, per non dire un idiota. Viene considerato la vergogna della famiglia finché, all’improvviso, per via di un evento eccezionale, si “scuote” e compie un’azione eclatante, spesso una vendetta. Da quel momento il suo nome è sulla bocca di tutti e diventa il più grande eroe della sua generazione.

Bjorn il morfirio è il primo volume di una serie. Scritto da Thomas Lavachery, in Francia il volume ha vinto il Prix Sorcières nel 2006.

Il libro è un fantasy ambientato nelle terre dei vichinghi e con tanti comprimari magici: troll, giganti, hirogwar, lupi mannari e draghi.
La storia è ricca di azione e soprattutto nella seconda parte del romanzo diventa molto interessante.

Bjorn, protagonista e voce narrante, è poco più di un ragazzino ma quell’inverno eccezionale lo costringerà a crescere in fretta e la scoperta di essere un morfirio rafforzerà la fiducia in se stesso.

Una storia d’avventura e di crescita, tra il bianco della neve e le feste scatenate dei troll che piacerà sicuramente grazie ad un bel mix di azione e fantasia.
Spero che il secondo volume non tardi troppo ad arrivare così da svelarci qualcosa in più sul draghetto Dafnir e sulle nuove mirabolanti imprese di Bjorn.
Buona lettura.

Bjorn il morfirio
Thomas Lavachery
Gallucci, 2020, p. 218, €. 13,90

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here