Non dire il tuo nome, Eleonora Bellini, Maria Mariano

“Mi chiamavo Giuseppe. Giocavo sul balcone e ai giardini pubblici. Poi arrivarono delle leggi cattive.

My name was Giuseppe. I played on the balcony and in the public gardens. Then bad laws arrived.”

La mia recensione di Non dire il tuo nome, Eleonora Bellini, Maria Mariano

Giuseppe è un bambino che ama giocare sul balcone e ai giardini pubblici fino a quando non arrivano le leggi razziali a sconvolgere la sua tranquilla vita.

Deve scappare con la mamma, il papà e la sorella Micol e deve ricordarsi che non deve mai dire il suo nome.

Solo alla fine della guerra potrà dire finalmente chi è.

La mia opinione di Non dire il tuo nome, Eleonora Bellini, Maria Mariano

“Ora viviamo in una nuova città e vado a scuola con tutti gli altri bambini. Questo si chiama uguaglianza, libertà, pace ed è bello anche se io penso spesso ai miei cuginetti…

ancora non so dove sono.”

Non dire il tuo nome di Eleonora Bellini e Maria Mariano è una storia semplice su una triste pagina della nostra storia, vista attraverso gli occhi del  protagonista.

Il testo è integrato con una serie di domande e risposte per spiegare i principali aspetti storici ed etici della vicenda.

In Italia il 5 settembre 1938 venne pubblicata la prima legge razziale italiana in cui venivano proibite agli ebrei molte professioni e  inoltre non potevano frequentare le scuole statali, come Giuseppe che è costretto a lasciare la scuola e a nascondersi.

Gli ebrei non avevano fatto niente di male venivano solo considerati di “un’altra razza” e gli venivano negati i diritti umani.

Dopo la fine della seconda guerra mondiale sono scomparse le leggi razziali ed è stata redatta la Costituzione Italiana che riconosce e garantisce i diritti inviolabili dell’uomo.

Il volume è scritto sia in italiano che in inglese.

Età di lettura dai 6 anni

Buona lettura!

Non dire il tuo nome
Don’t say your name
Eleonora Bellini, Maria Mariano
Edizioni Il Ciliegio, 2021, p. 28, € 12,00

Puoi acquistarlo qui:

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here