Cronache maledette, M.Lisi, M.Ricci, I.Di Carlo, G.Amoruso, M.Spirito

0
1157
thumbnail

Li ho invitati nella casa in collina, là dove trascorsi gli inverni della mia infanzia.
Era bella, allora. Quattro piani di pietra e piante rampicanti. Un giardino di cui non si vedeva la fine. L’enorme bocca del camino, il fuoco e le stelle di marmo. La mia stanza era al secondo piano. Di notte sentivo le catene agitarsi, su in soffitta, e gli spiriti addensarsi attorno a me.
Nostalgica, ho pensato spesso a quel luogo nei lunghi anni in cui sono mancata.

Nella vecchia casa in collina un editore chiama a raccolta i suoi scrittori.
L’edificio è vecchio, con un’aria austera e un po’ malandata, ma il giardino risplende sotto il sole e il gruppetto decide di fare una passeggiata fino ad una piccola radura. E qui, tra la pace e la calma, ogni scrittore inizia a narrare una storia ed ogni storia magicamente si incastra con la successiva dando vita a maledizioni e magie.

Un giardino fatato, quasi magico, dove l’ingegno e il talento degli scrittori genera mondi antichi di bardi, amori impossibili e vampiri.

Fosche visioni, oscure magie. Il modo in cui ho intrecciato la fantasia e il talento di ognuno con l’ingegno e la creatività dell’altro è privo di importanza e resterà per sempre nel fitto del bosco, ma le parole scaturite da quell’esperimento pienamente riuscito sono tutte riportate fedelmente in queste pagine. la luna m’è testimone: la notte stessa, ho voluto trascrivere queste storie straordinarie, per non perderne la memoria e trasmetterke a voi lettori.

Il libro si divide in due parti, due racconti lunghi: La maledizione e Cuori nelle tenebre.
Alcuni degli autori sono amici di Zebuk; abbiamo recensito le loro opere mentre altri li conosceremo nei mesi a venire.
Cronache maledette, titolo evocativo e perfetto, ha un’anima gotica che richiama i romanzi del tardo ottocento.
Mi è piaciuta l’atmosfera dell’introduzione, così capace di intrigare il lettore.
Il primo racconto mi ha stupita invece perché fino alla fine non svela le sue sfaccettature; il lettore ha la chiara visione della maledizione sono alla fine.
Il secondo racconto è perfetto per chi ama la notte e i suoi abitanti: è una storia d’amore vampiresca che attraversa i secoli, una storia disperata narrata a due voci.

Se amate le ombre e le storie antiche, e siete curiosi di conoscere nuovi scrittori capaci, non fatevi sfuggire queste Cronache.

Cronache maledette
Marina Lisi, Monica Ricci, Ilenia Di Carlo, Giusy Amoruso, Mattia Spirito
Flower-Ed, Formato kindle, 2014, €. 1,99

Per acquistare:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here