Le colline, il tramonto e un cane. Vita e poesia di Emily Dickinson, Sara Staffolani

Ultima Modifica: Set 16, 2020

Se potrò impedire
a un cuore di spezzarsi
non avrò vissuto invano-
Se allevierò il dolore di una vita
o guarirò una pena-

o aiuterò un pettirosso caduto
a rientrare nel nido
non avrò vissuto invano.

La recensione di Le colline, il tramonto e un cane. Vita e poesia di Emily Dickinson di Sara Staffolani

Emily Dickinson, il Mito, nacque e visse ad Amherst, Massachusetts.
La poetessa vestita di bianco, la donna col fedele cane Carlo sempre al suo fianco, l’amante della natura, il genio che scelse di non essere pubblicata mai, tanto meno col suo nome, perché il successo non le interessava, torna in vita in questa bellissima biografia.

Emily spesso è vista come una persona che preferì fuggire dal mondo ma, pur se condusse una vita estremamente ritirata e privata, nondimeno, leggendo la biografia, ci arriva l’immagine di una donna piena di passione, spiritosa, intelligente, arguta.

Le centinaia di lettere che scambiò con gli affetti più cari, Abiah Root, la compagna di scuola, il fratello Austin, Susan, il Giudice Lord, ci offrono uno sguardo intimo su quella stanza dove passava le giornate, le sue poesie, il giardino dove passeggiava con Carlo, dove si interessava di tutti gli animali, dai passerotti fino ai piccoli insetti indaffarati.

Una vita tutt’altro che solitaria ma ricca di emozioni, di affetto e d’amore ma anche di momenti di dolore profondissimo.

 

La mia opinione su Le colline, il tramonto e un cane. Vita e poesia di Emily Dickinson di Sara Staffolani

Le colline, il tramonto e un cane. Vita e poesie di Emily Dickinson scritto da Sara Staffolani è un libro bellissimo.
Lo dico da scarsa conoscitrice della Dickinson: questo libro riesce perfettamente a rendere vivida sulla carta la personalità della poetessa e a dare un quadro completo ed esaustivo di ogni aspetto della sua vita.
La prosa è infatti intervallata da stralci di lettere e da poesie che non solo sono essenziali per capire fino in fondo l’animo di Emily ma diventano ottimo veicolo di conoscenza per chi, come me, non sa molto della produzione della poetessa.

Ho amato davvero questa lettura e l’ho centellinata regalandomi un capitolo a sera così da non affrettare troppo l’arrivo della parola Fine.

Ora capisco meglio Emily, il suo amore per la solitudine, l’attenzione per le piccole cose, la capacità di cogliere l’essenziale in tutto ciò che la circondava, l’amore per la natura che ogni giorno si svelava ai suoi occhi.

È tutto ciò che ho da offrire oggi-
Questo, e il mio cuore accanto-
Questo, e il mio cuore, e tutti i campi-
E tutti gli ampi prati-
Accertati di contare-dovessi dimenticare-
Qualcuno la somma potrà dire-
Questo, e il mio cuore, e tutte le Api
Che nel Trifoglio dimorano.

Emily brilla nelle pagine, risplende nei suoi abiti bianchi mentre dalla finestra della sua stanza osserva il giardino tanto amato e il lettore non può che desiderare di essere là, di accompagnarla in una delle sue passeggiate, di poter ascoltare il respiro ansante di Carlo mentre, amorevole, le sta di fianco.

Sara Staffolani scrive un libro intimo, perfetto, con una prosa evocativa e ricca di sentimento che emoziona e lascia il lettore con la sensazione di aver conosciuto un’anima bella, una donna appassionata capace di sentimenti profondissimi.
Buona lettura.

Photo Credits: poesia.blog.rainews.it

Le colline, il tramonto e un cane.
Vita e poesia di Emily Dickinson

Sara Staffolani
Flower-ed, 2019, p. 198, €. 15,50

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here