Un burqa per amore, Reyes Monforte

Un burqa per amore di Reyes Monforte, è la storia di Maria, ragazza spagnola, che con una telefonata al programma radiofonico di Reyes Monforte, racconta la propria esperienza, l’amore per  un ragazzo afgano, di nome Nasrad, conosciuto a Londra, il loro matrimonio, la sua conversione all’islam, il viaggio in Afghanistan per stare vicino al papà di suo marito, la guerra che non gli permette di tornare a Londra.
Maria si trova a vivere una realtà spietata, fatta di povertà, di fame, di violenza soprattutto verso le donne, di fanatismo religioso e odio talebano.
I due giovani si ritrovano a Kabul, derubati, senza documenti e con due bambini da crescere. Attraverso la struggente testimonianza di Maria, si delinea il ritratto di un popolo, quello afgano, vittima ancor prima della guerra, delle sue regole, dei suoi costumi e delle sue rigide consuetudini. 

Emerge bene non solo l’amore puro di questi due giovani ma anche lo scontro con la società mussulmana, in cui la figura femminile non viene considerata se non come oggetto, un paese dove la guerra e la povertà regnano sovrane. In alcuni punti ero inorridita davanti a tanta violenza gratuita (donne e bambini uccisi senza alcun motivo), a tanta povertà, la corrente elettrica là è un lusso. Ho provato tantissima tristezza e sgomento al solo pensare alla sofferenza di Maria costretta ad uscire con il burqa per non venire uccise, ai maltrattamenti che ancora oggi migliaia di donne ancora subiscono.

UN BURQA PER AMORE
Reyes Monforte
TEA, 2009, 314 pag.

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here