5 libri per festeggiare il Nuovo Anno

Siamo nel pieno delle feste.
A proposito: cosa vi ha portato Babbo Natale? Desideri esauditi o qualcuno è rimasto deluso?
Questa settimana pensavamo di suggerirvi dei libri che, per un motivo o per un altro, possono essere di buon augurio per iniziare il nuovo anno.
Come al solito, trovate un po’ di tutto: dai libri adatti anche ai più piccoli alle storie senza tempo, dalle guide per organizzare i viaggi di tutto il 2011 al libro che aiuta a ritrovare noi stessi (o che almeno ci prova).
Come sempre vi auguriamo buone letture e a risentirci con la prima, vera classifica del 2011.
Se vi piacerebbe avere dei consigli libreschi su un tema che vi sta particolarmente a cuore inviateci le vostre richieste a info@zebuk.it e cercheremo di accontentarvi!

5 Libri per festeggiare il nuovo anno

  • Mary Poppins, Pamela L. Travers Cosa aggiungere su Mary Poppins, governante per antonomasia, la più sognata dai bambini? In una nuova edizione l’avventura della famiglia Banks e di Mary Poppins. Severa, certo e molto esigente, ma anche piena di sorprese e meraviglie, a partire dalla borsa da cui escono decine e decine di oggetti. E poi andare al parco con Mary Poppins è magnifico, perché ha un sacco di amici stravaganti. Età di lettura: da 10 anni.  Il motivo della mia sceltaPerchè per me non è anno nuovo se non posso rituffarmi nel mondo della Tata più magica che ci sia!” (silbi)
  • Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupéry È la storia dell’incontro tra un aviatore, costretto da un guasto ad un atterraggio di fortuna nel deserto, e un ragazzino alquanto strano, che gli chiede di disegnargli una pecora. Il bambino viene dallo spazio e ha abbandonato il suo piccolo pianeta perchè si sentiva troppo solo lassù: unica sua compagna era una rosa. Un libro che si rivolge ai ragazzi e “a tutti i grandi che sono stati bambini ma non se lo ricordano più”, come dice lo stesso autore nella dedica del suo libro. Età di lettura: da 8 anni. Il motivo della mia scelta“perchè all’inizio di ogni anno bisogna ricordarsi di “non dimenticare” la nostra anima di bambino” (lucia)
  • I borghi più belli d’Italia. Il fascino dell’Italia nascosta. Guida 2010. Svelare in modo semplice e autentico l’immenso patrimonio di storia e identità, cultura e tradizioni che i “borghi” del nostro Paese rappresentano: questa l’ambizione della guida, giunta al sesto anno di pubblicazione. Pochi comuni hanno superato la severa selezione del Club “I Borghi più Belli d’Italia”, diretta emanazione dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), il Club, che comprende le località con un numero massimo di 15.000 abitanti e con un centro storico con massimo 2.000 abitanti, ha imposto queste caratteristiche: rispetto ed esaltazione del genius loci, strutture ricettive adeguate allo standard europeo, tutela di prodotti tipici locali e manifatture artigianali, tipiche bellezze del luogo.  Il motivo della mia scelta“Perché il sogno più bello è iniziare il nuovo anno partendo alla scoperta di luoghi sconosciuti che abbiamo ogni giorno davanti agli occhi.” (polepole)
  • Brodo caldo per l’anima di Jack Canfield, Mark V. Hansen Condizionati dai mass media, che insistono nel proporci allarmanti servizi su guerre nemiche, fatti di cronaca nera ed episodi di corruzione politica, ci convinciamo sempre più della malvagità, avidità e violenza della natura umana e diventiamo oltremodo sospettosi e diffidenti nei confronti del prossimo. “Brodo caldo per l’anima” è un efficace antidoto contro il pessimismo e la misantropia dilaganti, perché raccoglie racconti, episodi, aneddoti e casi di vita in grado di trasmettere un profondo insegnamento morale e un rassicurante messaggio di fiducia e di speranza. Si tratta di toccanti storie i cui protagonisti si sono distinti per integrità e bontà d’animo, combattendo con tenacia e risolutezza per difendere una giusta causa, compiendo piccoli gesti spontanei di generosità verso i più deboli, impegnandosi in attività umanitarie e di solidarietà o, più semplicemente, assumendo nel quotidiano un atteggiamento esemplare, il cui ricordo è sempre vivo e presente in tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarli.  Il motivo della mia scelta“Perchè è un efficace antidoto contro il pessimismo. E’ una raccolta di episodi e racconti in grado di trasmettere un insegnamento morale e un rassicurante messaggio di fiducia e di speranza. Da leggere quando ci si trova in un periodo “giù” e per iniziare bene l’anno”  (piccolastella)
  • Una casa alla fine del mondo di Michael Cunningham Jonathan e Bobby crescono insieme a Cleveland negli anni Settanta. Lentamente, la loro originaria amicizia si trasforma in amore, fino agli anni del college, quando i due giovani si separano. Jonathan si trasferisce a New York, dove vive Clare, una ragazza dolce e ribelle che diventerà la sua compagna d’avventure e la madre di suo figlio. Quando Bobby raggiungerà il suo amore e scoprirà la sua nuova vita resterà sconvolto, ma i tre avranno il coraggio di avviare un anticonformista e alternativo menage familiare.  Il motivo della mia scelta “Un libro che piange e dispera, un libro che racconta l’amore, la vita, la morte, l’amicizia, e lo fa come una delicata carezza. Un libro che è la casa di cui siamo alla ricerca. Un libro che racconta non solo si una casa vera con il pergolato e un localino americano con le foto delle stampe antiche. Un libro che lascia un sentimento. La casa alla fine del mondo, la casa di cui siamo alla ricerca. In fondo era solo l’amore, un legame di amicizia profonda che andrà al di là del tempo e della solitudine.” (mammafelice)
40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here