Confessioni di una mamma pericolosa, Silvia Colombo

Ho letto questo libro ispirata dal titolo.
E’ scritto da una mamma come me, ha anche la mia età ed è milanese come la sottoscritta.

Il suo è un manuale d’uso dagli zero ai tre anni.

A differenza di molti altri libri che ho letto sul tema, qui l’autrice si trova ad aspettare due gemelle ed ovviamente il caos è moltiplicato. Infatti Silvia dovrà andare a vivere per alcune settimane dai genitori e dai suoceri per riuscire a gestire le due figlie, soprattutto nel momento della poppata notturna  e poi dovrà  riorganizzare un po’ la loro vita.

Il libro è diviso in capitoli in base ai vari argomenti e fa riferimento  tra gli altri al metodo Estevill per il problema  del sonno, poi non manca di parlare del momento della pappa con utili consigli. Inoltre fa anche riferimento al carattere dei bambini che capiscono da subito quello che possono fare con i genitori e quello che possono fare con i nonni. Silvia è ovviamente molto favorevole all’asilo, in quanto abitua i bambini a vivere insieme agli altri e a capire che non possono essere sempre al centro dell’attenzione.

Leggendo questo libro ho sorriso perché ho ricordato con nostalgia, quando ho i miei figli erano piccoli ed ho visto la situazione con distacco ed ho immaginato la doppia fatica di Silvia, che è riuscita ad ironizzare benissimo sulla situazione.

E poi mi ha sorpreso il finale in cui c’è un po’ di recriminazione sulla città di Milano e sulle difficoltà che lei come mamma ha avuto, sul suo sentirsi isolata.

Buona lettura.

CONFESSIONI DI UMA MAMMA PERICOLOSA
Silvia Colombo
Fazi Editore, 2008, p.172, € 14,50
ISBN 978-888112949

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

2 COMMENTS

  1. Ecco, mi ci voleva 6 anni fa… Però chissà, se riesco me lo leggo lo stesso, i ricordi sono sempre belli se si parla di figli!

  2. ..me l’hanno regalato quando ho partorito…mi è piaciuto moltissimo e l’ho letto tutto d’un fiato!bello!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here