Diario di una schiappa, Jeff Kinney

Sabato
Bene, la prima settimana di scuola è finita, così oggi ho dormito fino a tardi.
La maggior parte dei ragazzi il sabato si alza presto per guardare i cartoni o altro, ma io no.
L’unica ragione per cui alla fine il sabato mi alzo è che a un certo punto non sopporto più l’odore del mio alito.

Greg riceve dalla mamma un diario che lui chiama giornale di bordo a vignette.  Infatti non lo userà per scrivere i suoi segreti perché ritiene che quello spetti alle femminucce.
Racconta attraverso i suoi disegni, le sue vignette, le sue giornate a casa e a scuola.
La sua famiglia è composta dalla madre che lo indirizza verso i buoni sentimenti, dal padre che vorrebbe che non giocasse sempre alla play station, al fratello maggiore, esempio da seguire e dal fratello piccolo a cui deve badare.
A scuola deve far fronte ai bulli di turno e alle maestre. E poi ci sono i suoi amici Rowley e Fregley.
Ma Greg è una vera e propria schiappa in quanto fallisce ogni cosa che prova a fare, e cerca di diventare popolare fuori da casa, ossia a scuola.
Mi piace molto il suo modo di affrontare le disavventure .
Un libro per i dodicenni di oggi molto ma molto divertente.

Diario di una schiappa
Kinney Jeff
Il Castoro, 2008, p. 217,  € 10,90

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here