La signorina Tecla Manzi, Andrea Vitali

Piccola, vestita già con un cappotto color grigio topo, una borsetta tenuta con due mani all’altezza dello stomaco, era sbucata da una contrada e s’era fermata sul ciglio della strada con l’evidente intenzione di attraversare. La vista del carabiniere che giungeva sulla bicicletta l’aveva probabilmente convinta ad attenderne il passaggio. L’appuntato invece s’era fermato. E adesso, visto che la donna non si decideva a farlo, la invitò con un ampio gesto del braccio a cui aggiunse, da quel grandissimo buffone che era, un mezzo inchino. Quella infine si decise e con un passetto che richiamava l’andatura delle anatre traversò la strada, senza nemmeno degnare di uno sguardo, e men che meno di un ringraziamento, l’appuntato Misfatti.

La recensione di La signorina Tecla Manzi di Andrea Vitali

Siamo negli anni trenta.
A Bellano, ridente e tranquillo paesino sulle rive del lago di Como, stanno succedendo strani fatti.
Una tomba è stata profanata e una stramba zitella ha denunciato la scomparsa di un quadretto del sacro cuore dalla camera da letto del fratello appena deceduto.
In più, nel vicino comune di Vendrogno, un contadino-guaritore usa impropriamente il nome del Duce per curare i suoi pazienti dai vermi alla pancia.
I Carabinieri Mannu, sardo, e Misfatti, siciliano, indagano con l’aiuto del giovane Locatelli, bergamasco della Val Brembana, più occupato a sognare ad occhi aperti che a fare il proprio dovere.
Le vicende che a prima vista sembrano tra loro slegate troveranno un filo comune e porteranno alla soluzione di un mistero che aleggia e grava sulle casse del comune e sulla coscienza del podestà da anni.

La mia opinione su La signorina Tecla Manzi di Andrea Vitali

Questo è il primo libro di Vitali letto.
In una notte.
Ridendo fino alle lacrime e spesso soffocando le risa con la mano davanti alla bocca per non svegliare tutti quelli che dormivano: erano pur sempre le 3.00 del mattino!
Non è, devo dire, il migliore dello scrittore però se dopo ho sentito la necessità di leggere tutti gli altri un motivo ci sarà no?
E il motivo è che Vitali diverte e appassiona.
Perché quando sei giù o semplicemente non hai voglia di pensare e di preoccuparti te lo leggi e ti dimentichi di tutto.
Ha la capacità di raccontare i piccoli dettagli quotidiani di un paesino di poche migliaia di anime, gli intrighi, i pettegolezzi, le cose che accadono dietro le persiane chiuse, senza annoiare mai il lettore.

Forse perché tutti siamo un po’ “betonighe”, e chi non conosce il significato di questa parola non ha chiaramente mai letto nulla di Vitali ed è cordialmente invitato a rimediare subito, forse perché i capitoli non superano mai le cinque pagine e non ti viene l’ansia da -quanto manca? forse perché racconta l’Italia del passato senza indulgere in tristi e stucchevoli critiche però i suoi libri mettono in pace col mondo ed è così riposante farsi una bella risata di cuore leggendo degli affanni comici e degli intrallazzi degli abitanti di quella riva del Lago di Como.

Vitali è un autore che consiglio spassionatamente a tutti, I suoi libri sono preziosi, intessuti di aneddoti e sottotrame, ricchi di storie comuni ma non banali, densi di vita.
E come ha giustamente scritto Mariarosa Mancuso “Piero Chiara, da lassù, applaude”.

La signorina Tecla Manzi
Andrea Vitali
2004, 262 pag.rilegato editore Garzanti Libri ( collana Narratori Moderni)<

Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

2 COMMENTS

  1. Concordo pienamente su Vitali , io in vacanza mi son letta “Almeno il cappello” e ci voleva proprio per staccare dalle corse della vita quotidiana 😀

  2. Ho preso in biblioteca l’audiolibro (letto dall’autore)e l’ho caricato sull’iPod…Me lo sono divorato nei tempi morti (viaggio, attese in coda, ecc.) e prima di dormire (rilassante senza disturbare il coniuge che dorme).
    Al più presto colmerò la lacuna e leggerò le altre opere di Vitali.
    È stata una spassosa scoperta. Consigliato vivamente! ^_^

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here