Presentazione: Un altro giro, sciamano, Lucian Dan Teodorovici

    Ospite al Festival
    L’isola delle Storie di Gavoi
    e al Festivaletteratura
    di Mantova 2011

     

    La trama

    Storie apparentemente chiuse che si rincorrono e, pagina dopo pagina, restituiscono un vero romanzo, che ha la leggerezza di un racconto da bar ma è capace di uno sguardo profondo sull’animo umano.
    Dopo La casta dei suicidi, Teodorovici ritorna sul tema del fallimento, ma stavolta è il fallimento dei rapporti umani.
    Coinvolgente come un ballo senza tempo, come un viaggio on the road che rivela all’improvviso un luogo dimenticato e meraviglioso.

    Collana: Narrativa
    ISBN: 978-88-6104-090-8
    Traduzione: Ileana M. Pop
    Pagine: 208
    Formato: cm 13,5×21
    Veste editoriale: Cucito e brossurato
    con alette
    Prezzo: € 16,00

     

    «Poi tutto è diventato confuso e abbiamo dato la colpa al whisky. Comunque sia, l’whisky non è solo un liquore scuro. È molto di più, soprattutto quando Leo ti accompagna durante il tragitto del bicchiere verso la bocca e quando lo stesso Leo ti scuote fin nell’ultima goccia del tuo sangue mischiato ad alcol cantandoti, ancora e ancora, Dance me to the end of love.»

     

    L’autore

    Lucian Dan Teodorovici (nato nel 1975 a Ra˘da˘ut‚i, Romania) è coordinatore della collana “Ego. Proza ˘” della casa editrice Polirom, sceneggiatore e scrittore di racconti, romanzi, teatro e articoli per riviste romene (“Suplimentul de cultura ˘”, “Dilema veche”, “Observator cultural”) e straniere (“Au Sud de l’Est” di Parigi e “Wienzeile” di Vienna).
    I suoi libri sono tradotti in Francia, Germania, Stati Uniti, Ungheria, Egitto.
    Aìsara ha pubblicato il suo primo romanzo, La casta dei suicidi (2011).

     
    Fonte: Ufficio Stampa Aìsara

    40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here