La grammatica della fantasia, Gianni Rodari

Un libricino sottile, un “dietro le quinte” di alcune delle storie di Gianni Rodari, ma non solo. Non è certo un corso per diventare scrittori, non è un’arte che si impara in poche pagine, però ci sono i “ferri del mestiere”, uno stimolo per genitori e insegnanti che vorrebbero fabbricarsi, insieme ai bambini, le proprie storie.

La recensione di La grammatica della fantasia, Gianni Rodari

Se vi piace raccontare, se da piccoli adoravate le fiabe, se vi piacciono le Favole al telefono, ma anche se non vi piacciono e vi trovate con qualche chiacchierone in casa, se nelle attese vorreste avere un’idea sempre pronta per far passare il tempo, ecco tanti spunti.
Improvvisamente un errore diventa una storia, un prefisso può creare l’impensabile, un cane e un armadio possono avere un senso che non vi dimenticherete più. Perché a volte basta poco per trovare lo spunto giusto, potete scegliere, partire da una parola, mescolarne due, giocare con le domande, o essere più professionali e usare le regole delle fiabe, le carte di Propp, imparare le regole per creare un indovinello.

La mia opinione su La grammatica della fantasia, Gianni Rodari

Un libro che consiglio a chi ama giocare con la fantasia, e vorrebbe che i propri figli non smettessero mai di usarla. Ma se anche non sapete a chi raccontare fiabe, è uno spunto diverso su come i bambini si relazionano agli adulti, con le parole e con il gioco, e una riflessione su quante volte, invece di valorizzare la loro fantasia e il loro gioco, li limitiamo e li ingabbiamo.
E’ anche un bel gioco, provare a pensare a cosa ne faresti tu di quelle due parole, o di quell’elicottero che è finito nella fiaba di cappuccetto rosso, e scoprire che ci sono altre possibilità, e capire che sono tante, tantissime, basta lasciarsi andare e ricominciare a giocare.

Insomma, per chi ama ancora sognare, giocare, sorridere. E per ricordarsi di guardare i bambini con occhi da bambino, che è meglio.

Grammatica della fantasia
Gianni Rodari
Einaudi Ragazzi, 2010, p. 187, €. 12,50

Se queste parole vi sono piaciute e volete acquistare questo libro, fatelo direttamente da qui, saremo tutti più felici! 😉

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here