La tela degli Dei, Lucio Schina

“ Sei vicino, accanto a me; sento il sussurro del tuo respiro leggero. Forse mi fissi quando distolgo lo sguardo. Non so cosa hai dentro e non so cosa provi. Ti sfioro appena le dita. In fondo sei così, ed io ti amerei se fossi mai esistita. “ 

Si accese una sigaretta sfregando un fiammifero con l’unghia del pollice ed inalò il caldo sapore dolciastro. Buttò fuori una piccola nuvola bianca dalla forma ondeggiante, nel silenzio crepuscolare di una giornata d’inverno.

Eva, bella e impossibile è una pittrice della fine dell’Ottocento ed è una donna diversa dagli schemi di quel periodo.

Davide, scrittore contemporaneo sull’orlo dell’alcolismo, ha una crisi esistenziale ed è all’inseguimento del suo passato.

Anche se lontani tra loro nel tempo e nello spazio sono accomunati da una sofferenza che li farà incontrare.

Eva e Davide si ritrovano quasi per caso e in questo “incontro finale”   che metterà la loro anima e così distruggeranno il mondo che si erano creati intorno.

Due vite, un po’ sopra le righe come quelle degli artisti in genere.

Un’indagine dell’animo in un lungo racconto, alla base “dell’alchimia”,  una scienza filosofico esoterico che combina elementi di chimica, fisica, astrologia, arte, semiotica, metallurgia, medicina, misticismo e religione. Partendo dalla trasformazione del metalli meno nobili in oro, un paragone azzeccato riguardo all’amore, che può dare passione ma anche rabbia, gioia ma anche tristezza.

E’ proprio “ una porta alchemica “ che li unirà, una porta che esiste davvero a Roma in Via San Vito.

Interessante l’appendice che si trova alla fine del libro e la parte finale che spiega un po’ la scienza alchimista e il tormento interiore di Davide con il suo amore immaginario, che lo porta alla fine, che è un po’ sospesa, non del tutto chiara, che ognuno di voi potrà interpretare come meglio preferisce.

 

La tela degli Dei
Lucio Schina
Edizioni Progetto Cultura, 2011, p. 139, €. 12,00

Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here