Trauma, Patrick McGrath

Come ormai avrete compreso, sono uno psichiatra.
Per mestiere, faccio ciò che voi fate spontaneamente per le persone che amate, il cui benessere vi è stato affidato. Per molti anni, ho avuto lo studio in Park Avenue, cosa meno grandiosa di quel che sembra. L’affitto era basso, al pari delle mie parcelle. Lavoravo perlopiù con le vittime di traumi, che fra tutte le persone mentalmente disturbate della città di New York sentono con particolare intensità di essersi meritate le loro sofferenze.
Ciò le rende lente nel recupero.
Ho scelto questa professione a causa di mia madre, e non sono l’unico.
Sono le madri che hanno spinto la maggior parte di noi verso la psichiatria: di solito, perchè le abbiamo deluse.

La trama di Trauma di Patrick McGrath

Charlie Weir si guadagna da vivere affrontando i demoni altrui. Nella sua attività di psichiatra a New York ha visto ogni tipo di trauma, eppure non riesce ancora a trovare una soluzione ai propri conflitti famigliari: l’accesa rivalità con il fratello Walter, affermato pittore; il gelo nei confronti di un padre senza nerbo; il soffocante rapporto con la madre. Né ha ancora accettato, dopo sette anni, il tragico errore costato la vita alla moglie e alla figlia, che gli ha lasciato nient’altro che una solitudine consumante e una rabbia inquieta. Quando Walt presenta Nora Chiara al fratello, questi si sente attratto tanto dalla sua bellezza mozzafiato quanto dalla sua aria sofferta. Si innamorano velocemente, avidamente, ma l’idillio ha vita breve. La vulnerabilità di lei, un tempo irresistibile, comincia ad avvelenare il rapporto finché Charlie si accorge di avere accanto una paziente più che una compagna. E mentre sonda le origini del dolore di Nora Chiara, un vago ricordo comincia ad affiorare dal suo inconscio, sollevando in lui un atroce sospetto. Il nuovo viaggio di Patrick McGrath nei labirinti dell’animo umano.

La mia opinione di Trauma di Patrick McGrath

Trauma è un romanzo si psicologico, ma non particolarmente sconvolgente.
Quello al quale si assiste è una sorta di viaggio che percorre il protagonista attraverso la sua vita, caratterizzato da numerosi traslochi, ognuno dei quali sembra segnalare il passaggio di Charlie ad una nuova fase della sua vita.
La casa, insomma, vista come metafora dell’uomo.
Piena di angoli di luce, di luoghi dove conversare con gli amici.
Ma anche ricca di ripostigli.
Bui.
Segreti.
Dove nascondere i ricordi più difficili da affrontare.

Trauma
Patrick McGrath
Bompiani, 2007, 252 pag., € 17,00
ISBN 9788845259609

40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here