Uscite del 31/05

Per tutti

* Strane storie * di Gianni Biondillo (Ed. Guanda, pp. 222, euro 16,00). Uno scrittore in cerca di riposo che finisce ospite di un castello inquietante; due bambine ribelli che fanno la rivoluzione contro la mensa scolastica; un archeologo del futuro che si mette sulle tracce della leggendaria Expo 2015; un sogno erotico che diventa realtà; un amore che oltrepassa ogni confine; e poi ancora il mito reinterpretato di Tosca, la leggenda urbana dell’autostoppista fantasma, un paio di calzini invisibili. Gianni Biondillo gioca con i generi letterari e ci regala diciassette storie – attenzione, i numeri hanno la loro importanza – dove le cose sono sempre un po’ diverse da come sembrano: racconti che spaziano dall’horror al comico, dall’erotico al fantascientifico, dal mistery al grottesco, mescolando luoghi comuni e fiabe metropolitane, paure antiche e incubi moderni. Il piacere puro della composizione narrativa diventa laboratorio di scrittura, bottega dell’immaginario, libertà fantastica e, su tutto, il divertissement di un autore che chiede la complicità dei suoi lettori più curiosi.

* L’equilibrio della farfalla * di Simone Perotti (Ed. Garzanti, pp. 360, euro 16.60). Renato Reis ha lasciato tutto e finalmente naviga nel Mediterraneo, coronando i propri sogni di libertà. Ma le cose non vanno come aveva pensato. Le mani e la schiena sono a pezzi, è stanco, non ha un euro, è solo. Silvia, la donna che ha ribaltato la sua vita, è scomparsa dopo un amore tanto intenso quanto fugace. La sua vita ha perduto la rotta quando pensava di aver finalmente raggiunto la meta. Tra confusione esistenziale, amori disordinati, domande senza risposta, Renato si trova coinvolto nel ritrovamento di misteriosi cadaveri nel golfo di La Spezia, riceve messaggi anonimi inquietanti, si imbatte nell’attività di una famigerata setta segreta che si rifà all’antico popolo dei Liguri Apuani, gli indomiti avversari dei Romani. Gilda, la pittrice affascinante che incontra al suo rientro dopo un’estate di difficile navigazione, c’entra qualcosa con gli avvenimenti che incombono? Un gorgo pericoloso di navi dei veleni e barche pirata, antichi castelli e ville di artisti, cattivi maestri e donne affascinanti rischia di inghiottire il protagonista di questa storia serrata e allegorica. Per salvarsi l’anima, Renato dovrà aggrapparsi alla ragione e all’ironia, anche se per tirarlo fuori dai guai dovranno arrivare gli amici di sempre.

* Guida rapida agli addii * di Anne Tyler (Ed. Guanda, trad. di Laura Pignatti, pp. 214, euro 15,00). Aaron è un giovane vedovo ancora sconvolto dalla perdita della moglie Dorothy. Balbuziente e leggermente zoppicante, soffocato per tutta la vita dalle attenzioni di donne troppo premurose – dalla madre apprensiva alla sorella invadente, alle fidanzate votate più ad assisterlo che ad amarlo – aveva trovato in Dorothy non soltanto una compagna ideale, ma una vera e propria liberazione. Una donna diretta, pratica, quasi asociale, ma per nulla sentimentale e soprattutto refrattaria a ogni pietismo, una donna che lo trattava come un uomo e non come un bambino da accudire. Da quando è morta però Dorothy non l’ha mai lasciato. Per strada, al mercato o al lavoro la moglie lo affianca silenziosa in molte apparizioni durante i mesi di lutto. Nonostante questo Aaron è costretto ad avventurarsi di nuovo in un mondo dove i vicini di casa lo foraggiano con abbondanti scorte di cibo, la sorella insiste per ospitarlo, i colleghi fanno di tutto per rendergli la vita più facile e qualcuno cerca di combinargli un incontro con una giovane vedova altrettanto sola e bisognosa d’affetto. Anne Tyler descrive il percorso tortuoso che dallo smarrimento della perdita conduce alla scoperta di nuove, infinite possibilità.

* La gita di mezzanotte * di Roddy Doyle (Ed. Salani, trad. di Alessandro Peroni, pp. 158, euro 11,00). La nonna è all’ospedale. Mary, sua nipote, le vuole molto bene, ma è dura per lei andarla a trovare. Durante le visite la nonna dorme quasi sempre e Mary sa che la sua vita è prossima alla fine. Un giorno, tornando da scuola, Mary incontra una donna misteriosa e dall’immagine sfuggente. Si chiama Tansey e aiuterà Mary ad accettare l’inevitabile, accompagnando lei, la madre e la nonna in un’ultima, gloriosa, avventura di mezzanotte. Un romanzo che attraversa le barriere del tempo e racconta la vita e la morte in ogni loro aspetto più profondo: ora ironico, ora strano, ora “naturale”. E lo fa con un garbo e una freschezza unici, nei dialoghi perfetti, sfiorando il fantastico, attraverso gli occhi di una ragazza che sta diventando donna. Un libro intenso e commovente, che ha per protagoniste quattro generazioni di donne: una celebrazione dell’amore e della perpetuazione degli affetti familiari nel momento dell’addio, alla scoperta di quel bambino che rimane per sempre in tutti noi, non importa se sul nostro volto sono già comparse le prime rughe.

* La donna di sabbia * di Kobo Abe (Ed. Guanda, trad. di Atsuko Ricca Suga, pp. 251, euro 14,00). Torna a cinquant’anni dalla sua prima pubblicazione una delle opere più significative di Kobo Abe. In una calda giornata di agosto il professor Niki Junpei, entomologo dilettante, giunge in un villaggio di pescatori sulla costa giapponese nella speranza di identificare un nuovo esemplare di insetto a cui dare il proprio nome. Da quel momento in poi però la sua vacanza prende una brutta piega e si trasforma in un incubo: fatto prigioniero dagli abitanti del paese, viene trasferito nella casa di una giovane vedova, sul fondo di una profonda fossa di sabbia. È in questo luogo che Jumpei scopre la verità: il villaggio vive nell’angoscia di essere inghiottito dalle dune ed è proprio per fermare quella minaccia che vengono scavate fosse immense. Jumpei non deve far altro che sostituire il marito della donna, morto da poco. Tra i due si sviluppa così un rapporto carico di silenzi, segreti, inganni e di un violento erotismo. Una disperata lotta per la riconquista della libertà.

Per gli appassionati dei generi “Thriller, Horror, Noir” e “Avventura”

* Il risveglio della sfinge * di James Rollins (Ed. Nord, trad. di Carla Gaiba, pp. 349, euro 16,60). Valle Dei Re, Egitto. Nassor Khouri è morto, pietrificato. Nel tentativo di impadronirsi di un enorme rubino incastonato in una statua raffigurante un cobra, all’interno dello scavo finanziato dalla Bledsworth Sundries & Industries, ha percepito un dolore lancinante in tutto il corpo e in breve tempo di lui non è rimasta che un’effige. North Hampshire, Connecticut. Jake Ransom si trova nel suo appartamento con una pistola puntata contro. I ladri vogliono una sola cosa: l’orologio di suo padre. Una richiesta che spaventa Jake più dell’arma stessa, perché sa bene che quel cimelio di famiglia è l’unica chiave in grado di aprire le porte di Calipso, il mondo in cui re Teschio tiene prigionieri i suoi genitori. Il ragazzo non può permettere che un simile tesoro cada in mani sbagliate, soprattutto perché ha il sospetto che quegli uomini siano stati mandati dal miliardario Oliphant Bledsworth, il cui destino sembra legato indissolubilmente al re Teschio.

Per gli appassionati del genere “Thriller, Horror, Noir”

* La fenice rossa * di Tess Gerritsen (Ed. Longanesi, trad. di Annamaria Biavasco e Valentina Guani, pp. 331, euro 17,60). È molto bella, giovane. I lunghi capelli castano ramato contrastano con la pelle chiara. È stata ritrovata sul tetto di un edificio della Chinatown di Boston da un gruppo di turisti in cerca di brividi durante un Ghost Tour, tra i misteri e le leggende dell’antico quartiere, e ora giace sul tavolo settorio dell’anatomopatologa Maura Isle. Qualcuno le ha sparato un colpo di pistola e poi le ha mozzato una mano. Per Maura però la scoperta più inquietante è quel misterioso capello argentato ritrovato sul corpo della ragazza durante l’autopsia. Un capello che non sembra appartenere a nessuna specie conosciuta. Inizia così per l’ispettore Jane Rizzoli una difficile indagine in cui l’unico elemento in suo possesso è il ricordo di una carneficina avvenuta proprio sul tetto dello stesso palazzo in Chinetown, diciannove anni prima, quando in quel luogo risiedeva un ristorante cinese. Un atto di follia? Qualcuno non sembra pensarla così. Qualcuno venuto dal passato e pronto a tutto pur di ristabilire la verità, anche a uccidere.

* Profezia finale * di Chris Kuzneski (Ed. tre60, trad. di Paolo Falcone, pp. 414, euro 9,90). Francia, 17 giugno 1566. In uomo in punto di morte rinchiude in un cofanetto di legno una lettera dando indicazioni nel suo testamento di svelare il contenuto soltanto molti secoli più tardi. Stati Uniti, oggi. Una giovane insegnante riceve una lettera in codice, un’enigmatica quartina composta in varie lingue antiche. Sospettando d’essere in pericolo la donna decide di chiedere aiuto al milionario Jonathon Payne e al suo collega David Jones, ex soldati delle forze speciali diventati consulenti del governo americano. Per incontrarli la donna si reca a una serata di beneficenza durante la quale viene però assassinata. Decisi a fare luce su quell’omicidio e sul significato della misteriosa quartina, Jones e Payne sono così coinvolti in un’avventura che li porterà in diversi luoghi del mondo, costantemente braccati da nemici determinati a difendere un segreto custodito da centinaia di anni, un segreto che riguarda il nostro futuro.

* Le api randage * di Angelo Petrella (Ed. Garzanti, pp. 360, euro 16.60). Napoli. 1992. Raul Aragona è un magnate del cemento e dell’edilizia, amico di potenti banchieri e uomo di punta della Democrazia Cristiana. Vive nella splendida villa di Posillipo circondato dalla sua famiglia e sta per concludere la scalata finanziaria più rischiosa della storia industriale italiana. Ma il momento non è dei migliori per la sua Aragona Invest: siamo nell’epoca dello scandalo di Tangentopoli, la politica traballa, le inchieste giudiziarie avanzano e Raul è alla disperata ricerca di un erede, prima che il cancro lo uccida. Suo figlio Manuel è uno sfaccendato dedito all’alcol e perso nell’amore incestuoso per la sua terza moglie. Il figliastro Matteo Malatesta, unico possibile erede, coltiva invece il sogno di una carriera in polizia; ed è proprio nell’ambito di un’indagine sulla corruzione che si imbatterà nei “luoghi oscuri” dell’Aragona Invest, scoprendone i fantasmi del passato: usura, riciclaggio, affari sporchi con la camorra.

Per gli appassionati del genere “Letteratura al femminile”

* Un soffio di vaniglia tra le dita * di Meg Donohue (Ed. Garzanti, pp. 320, euro 9.90). Nessuno meglio di Annie conosce la magia di certi ingredienti. Nessuno meglio di lei sa che mescolando un pizzico di vaniglia, una spolverata di cioccolato, qualche fragola e la giusta quantità di zucchero si può cambiare una vita, far nascere un’amicizia, colmare un vuoto del cuore. È stata sua madre a insegnarglielo, è stata lei a passarle la ricetta segreta delle cupcakes. Annie era soltanto una bambina, e si ricorda ancora di quelle sere passate a cucinare nella grande casa dei St. Claire, a San Francisco, dove sua madre faceva la domestica. Quei dolci sono l’unico ricordo che le rimanga della madre, morta troppo presto. E di Julie, primogenita dei St. Claire, quasi una sorella per lei. Ma la loro amicizia è finita a causa di un tradimento imperdonabile. Sono passati anni da allora. Annie ha lottato per affermarsi, si è ribellata alle convenzioni, ha studiato per fare della sua passione e del suo talento un lavoro. E ce l’ha fatta. Adesso è tornata a San Francisco e vuole realizzare il suo sogno: aprire una pasticceria. C’è una sola persona in grado di aiutarla: Julie. La ragazza, ormai avviata a una brillante carriera di donna d’affari, sta per sposarsi, ma non ci pensa due volte. Aiuterà l’amica, e forse questa sarà la chance per farsi perdonare. Ma funesti e inspiegabili incidenti cominciano ad accadere, uno dopo l’altro. Qualcuno sta cercando di sabotare in tutti i modi il loro progetto. Perché i conti con il passato non sono affatto chiusi. E c’è un segreto che non è stato ancora svelato.

Per gli appassionati del genere “Storico”

* La luna di Cleopatra * di Vicky Alvear Shecter (Ed. Salani, trad. di Raffaella Belletti, pp. 430, euro 15,90). Alessandria d’Egitto, 34 a.C. Cleopatra Selene è l’unica figlia della regina Cleopatra e del generale romano Marco Antonio. È cresciuta tra gioielli, privilegi e servitori, e il suo unico sogno è diventare una grande regina, come la madre. I suoi genitori sono belli e potenti, quasi delle divinità, e adorano i figli. Purtroppo, dopo gli esiti disastrosi della battaglia di Azio e la morte cruenta di entrambi i genitori, il nuovo imperatore di Roma, Ottaviano, la porta in patria come prigioniera, insieme ai due fratelli. Ora Cleopatra Selene deve difendersi da umiliazioni, intrighi politici, continui attentati alla sua vita e a quella dei suoi fratelli, e il suo desiderio di vendetta aumenta di giorno in giorno. Presto la giovane principessa inizia a manifestare le sue doti di manipolatrice e di libera pensatrice, il suo istinto di ribellione e una forte sensualità, che associati alla bellezza diventano un’arma micidiale contro i suoi nemici. Cleopatra Selene vuole tornare in Egitto da regina, ma la vita le insegnerà che le certezze possono sgretolarsi da un momento all’altro, lasciando posto alla paura, l’incertezza e la solitudine.

Per gli appassionati del genere “Storie vere”

* Lamento di una maggiorata * di Simona Siri (Ed. Tea, pp. 183, euro 12,00). Ci sono ragazze che aspettano per anni e pregano per il giorno in cui “loro” spunteranno, ma sono destinate comunque a rimanere piatte come tavole da surf, e c’è chi, come Simona, a un certo punto dell’adolescenza si ritrova davanti due compagne di vita indesiderate, ingombranti e impegnative: le tette. E che taglia! Una quinta abbondante, o più precisamente una 42 coppa E. E per lei, che sognava un fisico androgino, da ballerina, è soltanto l’inizio di una serie di tragicomici incidenti e avventure che hanno per protagonista la sua scollatura. Un seno spettacoloso che attira uomini sbagliati, accende l’invidia delle amiche e che condiziona perfino la sua vita professionale. “Lamento di una maggiorata” è la storia autoironica di una ragazza che cerca di imparare a volersi bene, a stare nella propria pelle, a non farsi condizionare dallo sguardo degli altri. E che non rinuncia al sogno di trovare un giorno il mitico “reggiseno perfetto”: un’impresa, come ogni maggiorata sa, più difficile che acchiappare l’inafferrabile uomo ideale.

Per gli appassionati del genere “Fantasy e Fantascienza”

* Un sospiro nel vento * di Laurell K.Hamilton (Ed. Nord, trad. di Gianluigi Zuddas, pp. 373, euro 18,60). Meredith Gentry è abituata a essere costantemente in pericolo di vita. Da quando ha lasciato il mondo degli umani la sua vita è stata messa in pericolo più e più volte. Per questo ora che è incinta ha deciso di tornare a Los Angeles, dove spera d’essere al sicuro, senza però voltare le spalle al suo popolo. Quando la Grey Detective Agency le chiede di tornare al lavoro per occuparsi di un caso, Meredith accetta senza esitare. Le vittime sono dodici demi-fey, trovati con la gola squarciata su una collina fuori città. La ragazza sa bene che non può essere stato un essere umano a fare una simile strage, quella è l’opera di un killer di Faerie e ora teme che il prossimo obbiettivo dell’assassino sia proprio lei.

Per gli amanti del verde

* E il giardino creò l’uomo * di Jorn de Précy (Ed. Ponte alle Grazie, trad. di Laura De Tomasi, pp. 126, euro 10,00). Il giardino: ultimo rifugio della spiritualità e della poesia; ultima frontiera al di qua della barbarie e dell’alienazione; ultima utopia, ma un’utopia pratica, tangibile. Questi i temi che il giardiniere-filosofo Jorn de Précy – attivo a cavallo fra Otto e Novecento e di cui poco si sa, ma che è da sempre oggetto di venerazione da parte degli appassionati – ha riunito nel suo libro. Questo scritto vibrante è soprattutto il manifesto di un’idea del giardino che l’autore riuscì a realizzare nella sua tenuta di Greystone, nell’Oxfordshire; un’idea straordinariamente attuale e ancora, nella sostanza come nella forma, rivoluzionaria, quella del giardino selvatico.

 

Fonte : infinitestorie.it

 

Mamma, lavoratrice full time, 45 anni, una figlia di 14 e la passione per la lettura ...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here