Presentazione Borgo Propizio, Loredana Limone

    Quasi tutte le fiabe iniziano con C’era una volta, ma questa è diversa, perchè questa comincia con C’è una volta…

    Infatti è oggi che Belinda ha intenzione di ripartire e Borgo Propizio, un paese in colllina, in un’Italia che può sembrare un pò fuori dal tempo, le pare il luogo ideale per realizzare il suo sogno: aprire una latteria.
    Il borgo è decaduto e si dice addirittura che vi aleggi un fantasma…ma che importa!
    A eseguire i lavori nel negozio, un tempo bottega di ciabattino, è Ruggero, un volenteroso operaio che potrebbe costruire grattacieli se glieli commissionassero ( o fare il peseta se sapesse coniugare i verbi).
    Le sue giornate sono piene di affanni, tra attempati e tirannici genitori, smarrimenti di piastrelle e ritrovamenti di anelli…
    Ma c’è anche una grande felicità: l’amore, sbocciato all’improvviso, per Mariolina, che al borgo temeva di invecchiare zitella con la sorella Marietta, maga dell’uncinetto.
    Un amore che riaccende i pettegolezzi: dalla ciarliera Elvira alla strabica Gemma, non si parla d’altro, mentre in casa di Belinda la onnipresente zia Letizia ordisce piani, ascoltando le eterne canzoni del Gran Musicante.
    Intano i lavori nella latteria continuano, generando sorprese nella vita di tutti…

    L’autrice

    Loreda Limone (Napoli, 1961) ha pubblicato libri gastronomici e per bambini.
    Ha ideato e conduce laboratorio di scrittura creativa “Sapori letterari” di cui ha curato l’antologia di Allan Bay. Borgo Propizio è il suo primo romanzo.

    angela
    Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

    LEAVE A REPLY

    Please enter your comment!
    Please enter your name here