Intervista a Federica Ottone

Oggi intervistiamo per voi la nuova autrice che ho letto e recensito prima delle vacanza, Federica Ottone.

1)  Ciao Federica, oltre che scrittrice chi è Federica Ottone? Parla di te ai lettori di Zebuk.
Ciao Angela, innanzi a tutto volevo ringraziare tutti voi dello staff di Zebuk per la preziosa opportunità che mi state dando, beh che dire… Federica è una ragazza solare che ama viaggiare con la fantasia in primis… Definirmi scrittrice mi lusinga, sinceramente non mi sento una scrittrice, mi piace solo mettere le mie storie su carta e farle leggere… tutto qui… Per il resto oltre a scrivere lavoro come impiegata in assicurazione, adoro cantare (la mia passione più grande oltre la scrittura) e ovviamente amo leggere… Mi piace moltissimo viaggiare anche se, in questo momento, dovendo metter su casa, ho dovuto rinunciarci… ma spero l’anno prossimo di rifarmi, chissà che visitando nuovi posti mi venga qualche nuova ispirazione… ;o)

2) Come è nata l’idea di questo romanzo?
L’idea di questo romanzo è nata così, non sono il tipo che si mette e dietro a fare schemi e profili dei personaggi, ci ho provato lo ammetto, ma non ci sono riuscita…difatti si vede che nel romanzo alcuni punti sono un pò critici… (ride) però mi piace che i personaggi parlino da soli senza dover necessariamente plasmarmi a mio piacimento è come se fossero loro a scrivere la storia… Così. mi sono messa davanti al pc e il romanzo è nato da solo…

3) Che progetti hai per il futuro? Hai già iniziato a scrivere qualcos’altro?
Non ho progetti per il futuro, ovviamente continuo a scrivere, proprio oggi ho finito insieme ad un altra ragazza, un romanzo scritto a 4 mani… non è stato facile lo ammetto… unire due teste è molto difficoltoso, ma ce l’abbiamo fatta… il titolo è “Reborn”… ora speriamo solo che qualche buona casa editrice ci ascolti….

4) Cosa significa per te scrivere? Per me scrivere è aver qualcosa da raccontare… è creare un mondo fantastico tutto mio da condividere con il lettore… a volte la vita è piatta, monotona, oppure al contrario crudele e troppo frenetica, nella scrittura puoi creare un mondo a parte dove decidi tu l’evoluzione degli eventi…

5) Quali sono i libri che Federica ha sul suo comodino?
Mmmm… sul comodino??? Diciamo che ho diversi autori nella mia libreria dalla Bosco a Orwell, da Baricco a Lowry, dalla saga della Ward a quella della Meyer fino ad arrivare Coelho…ho anche qualche libro di autori emergenti quali M.P. Black oppure Emiliana Grassi… diciamo che sono abbastanza versatile nei generi di lettura…

6) Quale libro o quali libri ti sono rimasti nel cuore, domanda d’obbligo per gli intervistati di Zebuk?
Oh ce ne sono molti… OceanoMare di Baricco, i primi due della trilogia di Lowry, ma anche romanzi più semplici tipo quelli di Federica Bosco, ecco adoro il stile, il suo modo di raccontare, lo trovo originale, divertente e soprattutto la Bosco non annoia mai!

Grazie Federica e in bocca al lupo per il tuo prossimo libro.

angela
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here