I folletti bottoncini, Enid Blyton

“Un-Bottone, Due-Bottoni, Tre- Bottoni, Quattro-Bottoni e Cinque-Bottoni era cinque piccoli elfi tanto simili tra loro che nessuno poteva distinguerli uno dall’altro. 

L’unica differenza era nei loro giubbotti: il primo, per abbottonarlo aveva un solo bottone; il secondo ne aveva due; e così via. Ognuno degli elfi veniva chiamato secondo il numero dei bottoni e tutti insieme li si indicava come i Folletti Bottoncini.”

Ecco un’altra bellissima storia di Enid Blyton magnificamente illustrata da René Cloke.

E’ la storia di cinque folletti gemelli, identici, che si distinguono solo dal numero di bottoni del loro giubbotto, caratteristica che da loro anche il nome.

Un giorno i folletti andarono tutti insieme a fare un pic-nic e durante il tragitto i dolci finirono in acqua. Tre-Bottoni il colpevole decise di aiutare i fratelli a cercare l’acqua per il tè.

Trovo una vecchina che gli offri l’acqua e vedendo una tavola imbandita prese anche dei dolci da portare ai fratelli di nascosto, pensando di non essere visto.

I folletti dopo aver mangiato i dolci diventavano sempre più grossi.

E il resto non ve lo svelo, leggete il libro con i vostri figli e lo scoprirete.

Buona lettura

I folletti bottoncini
Enid Blyton
Mondadori,  1986, p.26

angela
Classe 1972, mamma di due adolescenti, moglie, assistente personale del direttore di una casa editrice, segretaria di una scuola di musica, amante dei libri e della musica.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here