La vita davanti a sé, Gary Romain

Per prima cosa vi posso dire che abitavamo al sesto piano senza ascensore e che per Madame Rosa, con tutti quei chili che si portava addosso e con due gambe sole, questa era una vera e propria ragione di vita quotidiana, con tutte le preoccupazioni e gli affanni. Ce lo ricordava ogni volta che non si lamentava per qualcos’altro, perché era anche Ebrea. Neanche la sua salute era un granché e vi posso dire fin d’ora che una donna come lei avrebbe meritato un ascensore.

Momo, piccolo arabo, vive a Parigi, in un quartiere periferico, nell’appartamenteo di Madame Rosa. Madame Rosa, ebrea polacca, sopravvissuta all’Olocausto, è una prostituta ormai in pensione che accoglie i figli  delle puttane, dietro compenso mensile, e li alleva nel suo piccolo brefotrofio casalingo. Momo non sa niente della sua famiglia d’origine ma sa di essere il preferito di Madame Rosa.

Romain Gary, con lo psedonimo di Emile Ajar, vinse il Premio Goncourt nel 1975 con quest’opera.

E’ un romanzo che si legge in poco tempo ma che risplende nella mente del lettore. Momo ci descrive la vita nel quartiere e i suoi abitanti: personaggi strani, diversi all’apparenza ma dal grande cuore.

Una storia molto bella e triste, immensamente triste ma raccontata con piglio battagliero dal piccolo protagonista. Momo imparerà e scoprirà molte cose: la sua vera età, la sua vera famiglia e l’amore di madame Rosa e il suo grande cuore.

Il libro è quasi una favola, un racconto leggiadro e luminoso sulla fine dell’infanzia, sulle brutture della povertà e su come l’affetto passi di cuore in cuore anche senza grandi parole o gesti. La voce di Momo conduce il lettore per le scale del vecchio palazzo e in maniera cristallina e trasparente racconta una storia di tolleranza e amore, una storia leggiadra, fresca ed indimenticabile come sono indimenticabili gli anni dell’infanzia. Buona lettura.

 

La vita davanti a sé
Romain Gary
Neri Pozza, 2009, p. 214, €. 11,50

 

Per acquistare :

SIBY
Francesca, 44 anni, mi firmo come SIBY su Zebuk. Amo leggere e fin da piccola i libri sono stati miei compagni. Leggo di tutto: classici, manga, thriller, avventura. Unica eccezione Topolino; non me ne vogliate ma non l’ho mai trovato interessante.

1 COMMENT

  1. ho appena iniziato Acque Morte di Somerset Maugham, che non decolla nemmeno a incendiargli la coda… appena lo finisco, se lo finisco, corro a prendere questo.
    grazie per la dritta!
    Lu

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here