Le bugie hanno le gonne corte, Erin McKean

” C’è questa favolosa gonna di lana marrone appena arrivata, è proprio della tua taglia, e ha delle tasche adorabili…E’ una di quelle gonne da sabato pomeriggio d’autunno, per andare a prendere i libri in biblioteca, a comprare mele croccanti e camminare tra le foglie secche…”

Dora è una ragazza di ventidue anni che studia al college e per mantenersi lavora in una caffetteria. I suoi genitori sono morti quando lei era piccolissima ed è stata cresciuta sa sua nonna Mimi. Mimi è la proprietaria di un negozio di abiti vintage che, per tutta la vita, ha cercato di convincere Dora ad usarli ma senza successo. Solo quando Mimi, in seguito ad un ictus, viene ricoverata in ospedale in fin di vita, Dora inizia a gestire il negozio e li scopre che ogni vestito ha una vita segreta.

Ho comprato questo libro incuriosita dalla copertina e dal titolo e immaginando un chick lit ironico, solo in seguito ho capito che nella traduzione italiana il titolo è stato cambiato da “la vita segreta dei vestiti” a “le bugie hanno le gonne corte”. Cosa c’entrino le bugie e le gonne corte con questo libro devo ancora capirlo.
Dopo un inizio un po’ lento il libro si lascia leggere bene: la storia è carina anche se non “indimenticabile”, le vite segrete dei vestiti (che poi dovrebbe essere il tema centrale dei libri), invece, le ho trovate un po’ slegate dal contesto, non sviluppate bene e poco interessanti. L’idea di “far parlare” i vestiti poteva essere molto carina ma, a mio avviso, l’autrice non è riuscita nell’intento. I protagonisti del romanzo dovevano essere i vestiti ma sono stati scavalcati da Mimi che, nonostante sia inerme su un letto d’ospedale, vive nei flashbac di Dora, e da questi emerge la sua forte personalità. Dora, invece, mi è sembrata una ragazzina anonima e senza personalità, una che si lascia travolgere dagli eventi.
Lo ricomprerei? Credo proprio di no.

 

 

Le bugie hanno le gonne corte
Erin McKean
piemme, 2012, p. 304, €. 16,00

 

Per acquistare;

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here