I film di ZeBuk: The Soloist (Il solista)

Vedere il coraggio del sign. Ayers, la sua umiltà, la sua fiducia nella forza della sua arte, mi ha insegnato la dignità di essere fedeli in ciò che si crede, a non rinunciarvi mai e soprattutto a credere, senza il minimo dubbio, che ci permetterà di sopravvivere

 

Steve Lopez è un giornalista del Los Angeles Times alla ricerca di un pezzo da scrivere per la sua rubrica.

Nathaniel Ayers è un senzatetto con un grandissimo talento musicale.
Ed è schizofrenico.
L’incontro tra i due avviene all’ombra di una statua di Beethoven.
Lopez resta fulminato da quest’uomo dallo sguardo spento. Che, però si trasforma improvvisamente quando inizia a suonare il vecchio violino al quale sono rimaste soltanto due corde.
Dallo strumento esce la passione di Nathaniel, il suo genio, la sua vera voce.
Steve Lopez sa di aver trovato il pezzo per il giornale.
Prova a fare ricerche sul misterioso musicista.
E poi ne racconta la storia in un articolo pieno di passione e di entusiasmo.
Perché accade quello che Steve non avrebbe mai pensato potesse succedere:
Si affeziona a Nathaniel.
E vuole provare a restituirgli ciò che la malattia, anni prima, gli ha tolto.
La possibilità di tornare a studiare musica e di esibirsi davanti ad un pubblico.

 

Ci sono film super pubblicizzati, ricchi di effetti speciali e di supereroi (ogni riferimento ad Iron Man è puramente casuale…).
E poi ti imbatti in film come questo, che passano quasi in sordina.
E che invece sono poesia pura portata sul grande schermo.
The Soloist (in italiano Il solista) è un film del 2009, diretto da Joe Wright ed interpretato in modo magistrale da Robert Downey Jr (Steve Lopez) e Jamie Foxx (Nathaniel Ayers).
Il primo continua a dimostrare di essere un attore più che capace e che non ha certo bisogno di un’armatura per fare faville davanti ad una cinepresa.
Il secondo si trova decisamente a proprio agio nell’interpretare grandi personaggi con un incredibile talento musicale.
Il film si basa su una storia realmente accaduta, raccontata proprio da Steve Lopez (che poi ha pubblicato un libro sulla storia di Ayers).
La pellicola ha ricevuto commenti diversi.
Molti hanno sottolineato la non linearita’ della storia.
Io invece trovo che la sceneggiatura abbia seguito un percorso logico.
Magari con qualche salto improvviso.
Ma dopotutto racconta una storia di schizofrenia, di solitudine, dolore e paura.
E la nascita di un’amicizia difficile.
Ma solida.
Sottolineata da una meravigliosa colonna sonora.
E io trovo che tutto l’insieme sia come un concerto ben riuscito.

 

 

 

(The Soloist, Regno Unito USA Francia, 2009, Un film di Joe Wright. Interpreti: Robert Downey Jr, Jamie Foxx, Catherine Keener, Tom Hollander, Lisa Gay Hamilton)

40enne, mamma di una ex Vitellina, moglie di un cuoco provetto. Le mie passioni: lettura e scrittura. E ZeBuk. Fresca Expat in quel di Londra, vago come un bambino in un negozio di giocattoli nei mercatini di libri usati. Forse è questo il Paradiso!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here